Gesso: 7 mesi fa la frana di una strada. Si attendono ancora interventi di messa in sicurezza

Via Madonna delle Grazie Gesso 001Via Madonna delle Grazie Gesso 002

Lo scorso primo febbraio, in Via Madonna delle Grazie a Gesso è franata la strada. Oggi, i consiglieri della 6 circoscrizione, Mario Biancuzzo e Nunzio Cardullo, chiedono all’Assessore alla Protezione Civile, a quello all’Urbanistica, alla Protezione Civile Regionale di Messina, al Presidente della 6 Circoscrizione, di sapere quali sono i motivi per i quali, a distanza di 7 mesi, ancora non è stato realizzato il muro a Via Madonna delle Grazie Gesso 003protezione della strada franata.

Biancuzzo e Cardullo ricordano che la frana si è verificata «sicuramente a causa delle copiose acque piovane della notte» che hanno provocato una voragine e fatto cedere il muro a protezione della via comunale. Allora, intervennero sul posto i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile del Comune di Messina, personale dell’Amam e una ditta con bob cat e mezzi meccanici per eliminare il materiale franato.

Nonostante il 5 febbraio — proseguono — si fosse tenuto un tavolo tecnico al Comune tra gli assessori alla Protezione Civile Cucinotta, all’Urbanistica De Cola, i consiglieri della 6 Circoscrizione e alla presenza di numerosi residenti del Villaggio Gesso, per discutere i lavori di messa in sicurezza, non si hanno ancora notizie sul ripristino definitivo dell’arteria. Durante la riunione — ricordano ancora i consiglieri — l’assessore De Cola aveva dichiarato che si stava lavorando a un progetto per mettere definitivamente in sicurezza i luoghi e per finanziare le opere necessarie. E aggiungono: «Avevano assicurato che erano disponibili le somme per fare i sondaggi geognostici».

Attualmente — dichiarano a seguito di un sopralluogo effettuato sul posto — tutto il materiale franato è stato rimosso, è stato inoltre aggiunto del cemento a protezione della frana ed è stata chiusa la strada al transito veicolare e pedonale. Ma «il tratto di muro rimanente si presenta in condizioni di instabilità, lesionato e in alcuni tratti inclinato», lasciando presagire il rischio di un futuro cedimento. Pericolo che coinvolgerebbe anche le abitazioni a monte della strada, qualora questa dovesse crollare completamente.

Con l’approssimarsi della stagione delle piogge, che potrebbe complicare ulteriormente una situazione già precaria, i consiglieri intendono conoscere «se è stato redatto il progetto per la messa in sicurezza della strada, come dichiarato dall’assessore De Cola durante la riunione del 5 febbraio scorso, e quanto bisogna ancora aspettare per usufruire dell’arteria che collega la statale 113 con il centro del Villaggio Gesso». Tra gli interventi da effettuare per scongiurare qualsiasi pericolo, quelli necessari e urgenti — concludono — sono: la risistemazione della sede stradale e messa in opera della barriera di protezione con relativo muro; il ripristino della pavimentazione stradale per consentire il traffico veicolare e pedonale; il controllo e messa in sicurezza del rimanente tratto che presenta segni di instabilità e crepe.

 

(78)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *