Comitato “La Nostra Città”: «No all’ordinanza anti-tir». Una conferenza per spiegare il perché

lanostracittà«Non siamo in ferie» fa sapere il Comitato La Nostra Città che intende continuare la lotta iniziata il 25 aprile 2000. Per farlo, giovedì 31 luglio, sul viale Boccetta, nei pressi della fontana Arena, alle 11.00, il Comitato terrà una conferenza stampa per evidenziare i motivi del proprio dissenso nei confronti dell’ordinanza anti-tir varata dall’Amministrazione.

«Proprio per non cancellare gli obiettivi e la missione che ci eravamo prefissi – scrive il Comitato in una nota – non abbiamo condiviso l’ordinanza che l’amministrazione Accorinti ha proposto il 17 luglio scorso e riproposto successivanmente. Lo abbiamo spiegato nella lettera aperta consegnata alla presidente del Consiglio Comunale nella seduta aperta del 18 luglio. In questo anno, mese dopo mese, il Comitato La Nostra Città ha promosso diverse iniziative pubbliche. In nessuna di quelle iniziative abbiamo mai incontrato molti di coloro che adesso si sono scoperti o riscoperti “rivoluzionari” estivi.  Persino il Prefetto e il Sindaco, che con un telegramma del 18 marzo scorso sollecitavamo a proposito dei ritardi nei lavori a Tremestieri, hanno trovato il tempo di rispondere. Assenti al dibattito pubblico del 24 aprile nella sede del Genio Civile per affrontare i problemi del progetto di via Don Blasco. Così come assenti erano stati il 27 febbraio (sempre al Genio Civile) per denunziare “L’approdo di sabbia” oppure il 27 maggio a Tremestieri nel terzo anniversario dell’inizio dei lavori di rifacimenti parziale del braccio a mare. Decisiva deve essere stata però la presentazione il 28 marzo 2014 di un esposto molto dettagliato alla Procura della Repubblica. Spuntò un nuovo gruppo anti-tir molto vicino all’amministrazione comunale.  Dopo l’ennesimo sit-in sul Cavalcavia del 28 giugno scorso da parte del Comitato La Nostra Città ecco l’improvvisato provvedimento di “limitazione diurna” del transito sul Cavalcavia. Un’ordinanza che non blocca un bel nulla tanto è vero che i tir transitano regolarmente dentro la città dopo una breve sosta e qualche verbalizzazione. Tutta qui “la lotta ai tir”? Sarebbe questa la soluzione ai problemi legati all’attraversamento?».

(99)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *