Chiosco ottocentesco di piazza Cairoli: pubblicato il bando per la concessione

Il Comune di Messina ha pubblicato il bando di gara per la concessione del “Chiosco Ottocentesco” che si trova a Piazza Cairoli, all’angolo con la via XVII luglio. Il manufatto è uno degli storici punti di ritrovo del centro cittadino, famoso per la vendita della tradizionale limonata al sale e di alimenti e bevande tipici della produzione locale, destinazione che continuerà ad avere.

Il chiosco, che verrà affidato ad un operatore economico, individuato e scelto secondo le normative vigenti in materia di appalti, è composto da un singolo vano avente una superficie complessiva di 7,70 mq viene concesso nello stato di fatto in cui si trova.

Chi può partecipare al bando?

Possono concorrere all’affidamento del chiosco le persone fisiche, le imprese individuali o societarie che rientrano in questi requisiti:

  • che non siano debitori nei confronti dell’Ente Comune di Messina;
  • che alla data di pubblicazione del bando abbiano compiuto 18 anni;
  • che siano in possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione europea, ovvero residenza in Italia per gli stranieri appartenenti a Stati che concedono trattamento di reciprocità nei riguardi dei cittadini italiani;
  • che non si trovino in alcuna delle condizioni di esclusione previste dall’art. 80 del D. Lgs. 50/2016;
  • che non siano in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in ogni altra analoga situazione;
  • che non abbiano in corso una procedura di dichiarazione di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o versare in stato di sospensione dell’attività commerciale;
  • che non siano incorsi in violazioni gravi, definitivamente accertate, attinenti l’osservanza delle norme poste a tutela della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • che non siano titolari di di altra concessione comunale;
  • in caso di cooperative sociali, iscrizione agli specifici Registri;
  • possedere la regolarità contributiva con data non anteriore a tre mesi dalla data di presentazione dell’offerta.

Il concessionario è tenuto al pagamento al Comune di Messina di un canone annuo determinato secondo la procedura di gara con l’offerta al rialzo, su importo a base d’asta. Il canone in funzione dell’attività è stabilito in 8.000 euro annuali.

Per partecipare alla gara i concorrenti dovranno far pervenire esclusivamente mediante la piattaforma telematica www.appalti.comune.messina.it/PortaleAppalti la domanda in formato elettronico sottoscritta con firma digitale.

La scelta del soggetto cui affidare la gestione sarà effettuata tenuto conto dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente.

Il bando completo e la modulistica per partecipare alla gara di concessione sono disponibili nel sito del Comune di Messina.

(3748)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *