Bandi e finanziamenti: le prime opportunità del 2019 per chi vuol fare impresa

Anno nuovo, tempo di nuovi progetti per il territorio siciliano e il suo sviluppo. E via anche a nuove opportunità di agevolazioni e finanziamenti per le imprese, le associazioni e gli enti interessati ad avviare attività ed interventi, in diversi settori e su tutto il territorio siciliano, compresa la città di Messina.

Le prime opportunità del 2019 riguardano soprattutto i grandi interventi voti ad agire in ambito sicurezza, sul lavoro e per il territorio, e sviluppo, in riferimento alle attività di ricerca ‘intelligente’.

In particolare:

  • Fino a 150.000 € per agricoltori ed enti pubblici, per interventi volti a ridurre il rischio di calamità naturali

La sottomisura presentata dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia, denominata “Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici”, si prefigge l’obiettivo di sostenere investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre il rischio di calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici, che rendono soprattutto gli agricoltori particolarmente esposti a perdite del potenziale produttivo.

Potranno essere finanziati quindi interventi destinati al miglioramento delle condizioni ambientali del territorio agricolo regionale, investimenti che contribuiscono alla mitigazione dei problemi legati al dissesto idrogeologico ed all’erosione dei suoli, con tutte le conseguenze che ne derivano in termini di mantenimento del potenziale produttivo agricolo, nonché di accessibilità e fruibilità del territorio e di elevati costi di manutenzione e/o ripristino.

I beneficiari delle sottomisura sono gli imprenditori agricoli singoli o loro associazioni, nonché, enti pubblici delegati a norma di legge in materia di bonifica, per investimenti in azioni di prevenzione da rischi di inondazioni/alluvioni, a condizione che sia stabilito un nesso tra l’investimento intrapreso e il potenziale produttivo agricolo.

La misura gode di una dotazione finanziaria di 5.000.000 €: l’importo massimo concedibile è pari a 150.000 € per beneficiario, mentre l’importo minimo ammissibile è pari a 10.000 € per beneficiario.

Le domande potranno essere presentate dal 24 gennaio al 9 maggio 2019 e il bando completo è consultabile qui.

  • Agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppo per la specializzazione intelligente 

Dal 22 gennaio 2019 le imprese potranno presentare, anche in forma congiunta, i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale d’importo non inferiore a 800 mila e non superiore ai 5 milioni di euro, nelle tre aree previste dal Bando del Ministero dello Sviluppo Economico: Fabbrica Intelligente, Agrifood, Scienze della Vita.

Alle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia sono destinati in tutto 287,6 milioni di euro concessi in forma di contributo alla spesa e finanziamento agevolato a seconda del bando e della tipologia di spesa.

Possono presentare domanda per ottenere i finanziamenti le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria  e i centri di ricerca. Per i soli progetti congiunti (fino a tre, per la procedura a sportello e fino a cinque per quella negoziale), anche gli Organismi di ricerca e, per i progetti del settore applicativo “Agrifood”, anche le imprese agricole.

  • Sicurezza sul lavoro: contributo a fondo perduto fino al 65% per un importo massimo che può arrivare a 130.000 euro

Si apre la nona edizione del bando ISI INAIL anno 2018 – 2019, con il quale vengono messi a disposizione delle imprese contributi a fondo perduto per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, rivolto ad imprese, imprese agricole. Il budget regionale riservato alla Sicilia è pari a 23,7 milioni di euro.

Potranno essere finanziati progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori Pesca e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature, progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Il primo step per ottenere i finanziamenti è la presentazione delle domande a partire dall’11 Aprile 2019 fino al 30 Maggio 2019.

(1470)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *