A Messina chiude Frette, che scompare anche da altre sedi siciliane

fretteLa crisi colpisce un altro punto commerciale storico di Messina. Altro genere, ma stesse saracinesche che si abbassano. Dopo la chiusura del ritrovo Billè di Piazza Cairoli, soccombe alla pessima economia cittadina anche Frette, caposaldo nella vendita della biancheria di pregio in Italia, che a Messina ha sede in via Garibaldi. Non consola che, a  far compagnia, la chiusura sia prevista anche per altre sedi Frette in Sicilia e in Itlaia. Rimanendo sull’isola, chiudono: i due negozi di Palermo , di via Libertà e  di  via Ruggero Settimo); quello di  Carini, alle porte di Palermo,  e quello di   Agira, in provincia di Enna ;  il negozio di San Giovanni La Punta, in provincia di Catania, risulta già chiuso. E’ panico occupazione tra i  dipendenti , che non sono iscritti a nessun sindacato  e hanno scoperto che a breve saranno licenziati grazie alla Filcams Cgil, che ieri ha fatto visita ai lavoratori dei punti vendita di Palermo.

Ma se la Sicilia è  la regione più colpita dal piano di riorganizzazione della società italiana leader nel settore della biancheria,  il sipario cala anche in altri 24 dei 34 punti vendita in Italia. 84 i dipendenti che verranno licenziati.  Fondata nel  1860 a Monza, la Frette ha scelto una diversa politica di  approccio sul mercato, puntando verso i settori che dimostrano una maggiore propensione ai ricavi, cioé nel mercato del lusso.

Una  scelta che impone il licenziamento di  84 dipendenti.

(131)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *