Metroferrovia, i treni viaggiano vuoti. Orsa: “Così si chiude”

 

metroferroviaEra partito con ottimi propositi lo scorso 14 dicembre, ma a distanza di tre mesi la Metroferrovia rischia di imboccare l’ennesimo binario morto. Il servizio, infatti, è prossimo alla chiusura: i treni “Minuetto” che collegano la stazione centrale con Giampilieri viaggiano vuoti. Secondo i dati raccolti dal sindacato Orsa, nell’80% dei casi i convogli effettuano le corse con a bordo un massimo di dieci viaggiatori. Solo poche corse , quelle della prima mattina delle ore 6:40 e 7:42  in partenza da Giampilieri e  delle ore 13:45 e 14:45 in partenza da Messina presentano una maggiore frequentazione che non supera tuttavia la media dei 40 viaggiatori.

“Con questi numeri a giugno si chiude – dichiara Michele Barresi segretario di Orsa Trasporti – e  anche questa amministrazione comunale dovrà assumersi la responsabilità dell’ennesimo fallimento di un servizio che per inerzia amministrativa e politica dal 2009 ad oggi non e’ riuscito a decollare perchè mai lo si e’ opportunamente integrato col trasporto pubblico urbano. Questa volta Trenitalia ha fatto per intero la sua parte e a mancare all’appuntamento è solo l’amministrazione comunale di Messina ed oggi un servizio che potrebbe essere la soluzione ai problemi di mobilita’ di tutta la zona sud della città rischia di fallire per la colpevole inerzia dell’amministrazione cittadina. Occorre da subito trovare adeguate intese con Trenitalia – spiega Barresi – l’amministrazione comunale e’ ancora latitante – continua Barresi –  molti dei posteggi di interscambio sono abbandonati all’incuria, nessuna sinergia con i bus Atm e niente biglietto integrato”.
Auspichiamo – conclude il sindacalista – che l’assessore al ramo ing. Gaetano Cacciola e i vertici Atm recuperino il colpevole ritardo e riprendano il confronto con Trenitalia , come questo sindacato ha in più occasioni sollecitato e oggi inspiegabilmente interrotto , diversamente si rischia già il prossimo mese di giugno di celebrare l’ennesimo fallimento con le responsabilità che questa volta resteranno per intero in capo a questa amministrazione .

(101)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *