Polizze auto: analizziamo il successo delle assicurazioni online

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Negli ultimi anni il mercato assicurativo ha attraversato cambiamenti importanti, favoriti dall’accelerazione della digital transformation, a sua volta determinata da una concomitanza di fattori, tra cui i più importanti sono stati senza dubbio gli incentivi statali fissati dal governo – di cui è possibile usufruire fino al 2023 – e la pandemia di Covid-19.

Nel dettaglio, la digitalizzazione nel panorama assicurativo ha portato al costante aumento della richiesta delle polizze online, soprattutto per quello che riguarda un prodotto obbligatorio come l’assicurazione auto.

Questo successo è stato determinato da diverse ragioni, tra cui la convenienza economica, favorita dai di costi di gestione più contenuti che le compagnie devono sostenere in assenza di sedi fisiche, nonché dalla praticità di effettuare il processo di sottoscrizione direttamente online.

Senza contare che sul web diventa più semplice e veloce anche personalizzare il proprio prodotto assicurativo, con la possibilità di disporre di una panoramica a 360 gradi delle coperture accessorie da poter inserire nel contratto.

Come trovare un’assicurazione online

Al giorno d’oggi, per trovare in pochi click l’assicurazione auto più in linea con le proprie esigenze è possibile affidarsi ai portali di comparazione specializzati, come per esempio Assicurazione.it, così da mettere a confronto del tutto gratuitamente le polizze formulate dalle migliori compagnie del settore.

Oltre ai dati personali, in un sito comparatore per le polizze online occorre indicare da quanti anni si ha la patente e quale sia la classe di merito, aggiungendo variabili come la necessità di rientrare nel Decreto Bersani.

La classe di merito, che diminuisce di anno in anno se non si provocano sinistri, può infatti anche essere “ereditata” da un membro della famiglia più esperto, persino se si è neopatentati. Ciò, di recente, è diventato valido persino tra mezzi diversi (ad esempio da una moto a un’auto e viceversa).

Di fondamentale importanza sarà anche il ricovero del mezzo, considerato più a rischio se viene parcheggiato in strada piuttosto che in un box privato, nonché il tipo di antifurto. Il satellitare o la cosiddetta scatola nera sono quelli che possono portare a un maggior risparmio.

Le assicurazioni online possono essere anche stipulate con la medesima modalità con cui si richiede il preventivo, pagando in modi diversi a seconda delle proprie esigenze: ad esempio, rateizzando con carta di credito, prediligendo pagamenti annuali, semestrali o persino mensili.

Le polizze accessorie

La copertura accessoria più nota è la Furto e incendio, già inclusa nelle polizze relative a veicoli di recente immatricolazione. Per quanto concerne quelli più datati, il conducente può decidere se aggiungerla, ma la compagnia ha facoltà di decidere se farlo in base al valore e all’età dell’automobile.

Altra polizza che spesso si valuta online è l’Assistenza stradale, che incontra le esigenze della maggior parte degli automobilisti, specie quelli che fanno lunghe percorrenze, in quanto consente di avere sempre un rimorchio e un trasporto all’officina autorizzata più vicina in caso di incidente o guasto.

Molte compagnie assicurative, poi, inseriscono nella propria offerta online anche il Risarcimento diretto: si tratta di una tipologia di risarcimento che permette al conducente vittima di sinistro di ricevere l’indennizzo già dalla propria assicurazione, senza dover attendere i tempi di quella della controparte.

Tra le più costose vi è la polizza Kasko, che risarcisce il conducente anche se ha cagionato lui stesso il sinistro, ma anche in questo caso bisogna valutare il valore del mezzo, nonché l’esperienza maturata dal guidatore.

Esistono poi polizze riferibili a eventi più particolari, da valutare solo in caso di effettivo bisogno: la Eventi naturali, laddove si viva a una latitudine dove le condizioni meteo possano portare a venti forti, gelate o nevicate intense, la Atti vandalici, se si parcheggia il mezzo in una strada centrale dove l’evento può essere più frequente, e la polizza Cristalli, che permette di coprire eventuali danni ai vetri dell’auto.

È possibile inserire anche l’Assistenza legale, la Rinuncia alla rivalsa e la Infortuni al conducente. Ovviamente, nel preventivo finale, ogni singola copertura inficerà in maniera diversa e secondo i canoni delle differenti compagnie.

(18)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.