Mondo polizze: per le assicurazioni auto è caccia al risparmio sul web

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Al giorno d’oggi, molti preferiscono trovare la polizza adatta alle proprie esigenze comodamente dal divano di caso, usufruendo dei diversi portali presenti all’interno del mondo digitale, avendo in questo modo l’opportunità di servirsi di tutti i vantaggi e i servizi, che meglio si vedranno in seguito, e, al contempo, di scovare la giusta offerta.

Per tutti i motivi sopra esposti, non a caso si è registrato un boom di richieste che hanno fatto sì che il web diventasse il miglior motore di ricerca per gli utenti i quali hanno come obiettivo quello di scegliere con cura e attenzione la giusta RC auto.

A questo proposito, per capire quale sia l’assicurazione auto più adatta alle proprie esigenze è possibile confrontare le proposte offerte dalle principali compagnie assicurative su 6sicuro.it, portale di comparazione leader nel settore assicurativo.

Perché mettere a confronto le assicurazioni auto online

Ai proprietari dei veicoli conviene rivolgersi ai comparatori presenti sul web in quanto questi ultimi consentono a costoro di confrontare un’ampia gamma di compagnie (Direct assicurazioni, Verti, Genertel, Prima.it, Conte, Zurich Connect e molte altre) attraverso il calcolo del preventivo che può essere eseguito gratuitamente e senza impegno direttamente dalle proprie apparecchiature elettroniche.

Inoltre, nel rispetto dei principi di garanzia e trasparenza, gli utenti possono sia leggere le recensioni di altri clienti in modo da valutare in totale autonomia la qualità del suindicato motore di ricerca sia contattare l’assistenza clienti per le vie brevi o per posta elettronica ordinaria al fine di ottenere tutti i consigli, i chiarimenti o le informazioni necessarie per scegliere con più consapevolezza la compagnia.

Assicurazioni auto online: verifica, legge Bersani e risarcimento diretto

Una volta individuata la compagnia assicurativa, i proprietari di veicoli possono anche decidere di personalizzare la RC attraverso garanzie accessorie che facciano al caso loro, tenendo conto di diversi fattori (dalla tipologia di strada percorsa con maggior frequenza alle condizioni climatiche, come anche la zona di residenza e così via).

Dopo aver fatto ciò, è altrettanto importante che gli assicurati non dimentichino di rinnovare la propria polizza scaduta al fine di non subire le conseguenze dannose previste dalla normativa vigente ossia la decurtazione dei punti della patente, le sanzioni pecuniarie amministrative (da € 866 fino ad € 3.464) e, in caso di condotta recidiva, sospensione della patente e le stesse sanzioni ma con l’importo raddoppiato.

Al fine di evitare il tutto, i medesimi hanno a loro disposizione due portali istituzionali ove poter controllare la RC propria e altrui: il Portale dell’Automobilista, che è valido solo ed esclusivamente per i veicoli immatricolati in Italia, e la CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici), il quale estende il medesimo servizio anche per i mezzi di trasporto immatricolati negli altri 27 Paesi dell’Unione Europea.

Tra l’altro, è bene precisare il fatto che grazie alla succitata verifica gli utenti hanno la possibilità non solo di controllare, nel caso in cui fosse coinvolto in un sinistro stradale, se l’effettivo responsabile abbia una regolare copertura assicurativa che sia in grado di indennizzare i malcapitati di tutti i danni fisici e morali subiti, ma anche di accertarsi che la polizza di cui sono titolari sia valida e, pertanto, non siano stati coinvolti in alcuna truffa.

Oltre a ciò che è stato detto sino ad ora, non si possono non rammentare alcune peculiarità: in primis, la Legge Bersani, inglobata dalla RC Auto familiare, la quale fa sì che il guidatore possa sfruttare la classe di merito più vantaggiosa del parente facente parte dello stesso nucleo familiare, a patto che lo stesso non abbia commesso alcun incidente negli ultimi 5 anni, in secondo luogo il risarcimento diretto in forza del quale l’assicurato ha l’opportunità di richiedere il rimborso direttamente alla propria compagnia, senza doversi rivolgere a quella di controparte.

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.