Local communities leaders - meeting Messina

“Local Community Leaders”: il progetto che mette i senior al centro della società

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Ridare centralità agli anziani all’interno della società. È questo l’obiettivo di “Model of Mentoring for Local Community Leaders”, progetto Erasmus Azione Chiave 2 che, grazie al metodo di mentoring, vuole offrire ai Senior di tutta Europa la possibilità di giocare un ruolo attivo nella vita sociale. Il 23 luglio 2021 Education In Progress ha ospitato il quarto meeting del progetto, a cui erano presenti personalmente:

  • per la Delegazione Rumena (Sibiu), 2 ricercatrici del dipartimento della Prof.ssa Carmen Duse, ULBS esperta di Andragogia
  • per la Delegazione polacca: 2 persone tra cui Krzysztof Karkowski, direttore dell’organizzazione capofila KZCA con una esperienza decennale nel programma Erasmus e nei fondi Europei per la formazione
  • per la Delegazione Greca, 3 persone tra cui Ioannis Dimos direttore LABSTEM, esperto di ICT e sviluppatore di software a supporto della formazione e dell’istruzione
  • Ainhoa Blanco Rivero, esperta di disseminazione e comunicazione del partner spagnolo Media Creativa 2020
  • Education In Progress con Aldo Cammara, esperto del settore adulti del programma Erasmus, il responsabile finanziario Angelo Velardi e il segretario dell’associazione Nicolò Salvà.

Presenti in modalità online LAG e BIMEC.

Il progetto parte da un dato importante: la struttura per età della popolazione europea sta cambiando rapidamente, così come il rapporto tra il numero di giovani e di anziani. Allo stesso tempo, questi ultimi tendono ad essere esclusi dalla vita sociale. Proprio in questa ottica, “Model of Mentoring for Local Community Leaders” vuole riconoscere il ruolo delle persone anziane nella società e il loro importante, ma spesso invisibile, contributo al territorio.

Secondo i promotori del progetto, uno dei modi per superare gli ostacoli che impediscono alle persone anziane di rimanere attive nella società e nella vita locale è incoraggiare e sostenere le persone adulte ad essere leader della comunità. Organizzazioni di volontariato, enti di beneficenza e associazioni stanno intraprendendo molte azioni in questo senso.

«Lo scopo del nostro progetto – spiegano i promotori – è incoraggiare la formazione di leader locali, preparati e pronti a contribuire allo sviluppo della comunità locale». Per far sì che tutto questo avvenga, sono necessari diverse azioni:

  • fornire formazione per i futuri e attuali leader della comunità over 50 per aumentare le loro conoscenze e competenze;
  • promuovere l’emergere di nuovi leader della comunità attraverso attività di mentoring, – condividere esperienze, buone pratiche e networking attivo tra i leader della comunità;
  • predisporre il modello di tutoraggio tra i leader di comunità;
  • preparare la formazione per i leader della comunità locale, compresi i mentori dei leader e il futuro leader delle comunità locali;
  • organizzare il mentoring per i nuovi leader di comunità.

Il meeting, di carattere prettamente manageriale, ha rappresentato un’utile occasione per valutare gli avanzamenti dei due risultati principali, i cosiddetti Intellectual Outputs, e il leader di progetto Krzysztof Karkowski ha potuto constatare che l’IO1, il manuale per il modello di mentoring, è stato sviluppato con successo grazie alle ricerche portate avanti da ciascuno dei partner. Lo sviluppo di questa output è stato coordinato proficuamente dal partner italiano, Education in Progress, leader del Work Package 4 e soggetto ospitante il meeting del 23 luglio.

Diversa valutazione per l’IO2, il vero e proprio training derivante dai contenuti dell’IO1 e dalla loro elaborazione. I partner non hanno potuto che constatare il prolungamento dei tempi di implementazione del training e la difficoltà di coinvolgimento dei senior (circa 20 per partner) a causa della pandemia in corso, nonché la necessità di riorganizzare parte delle fasi di tale attività in modalità On Line.

D’altronde il target group di riferimento, i senior di tutta Europa, sono la categoria demografica più colpita dal virus e i partner hanno discusso delle modalità di coinvolgimento degli stessi, tenendo conto della situazione corrente. Dal punto di vista strettamente manageriale dunque, ogni partner ha mostrato gli step fatti al leader di progetto che ha ufficializzato la richiesta di proroga della fine di progetto presentata all’Agenzia Nazionale polacca, ente di riferimento per questo progetto, che ha già accettato.

Il training potrà essere completato nei primi mesi del prossimo Autunno e – durante il meeting – l’esperta di disseminazione e comunicazione spagnola, Ainhoa Blanco di Media Creativa 2020, ha potuto mostrare la nuova roadmap di disseminazione dei risultati, in accordo con la nuova scadenza del Progetto.

Il lavoro di Education In Progress sul territorio messinese ha potuto contare su collaborazioni importanti, come la partecipazione dell’associazione MEA CIVITAS, preseduta da Salvatore Mangano. Questo ha permesso il coinvolgimento di un mentor senior d’eccezione, l’ex sindaco di Messina Mario Bonsignore.

(14)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.