Background vector created by dooder - www.freepik.com

Fondo Sicilia: 25mila euro per le aziende in difficoltà, di cosa si tratta e come può essere speso

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Per sostenere le aziende siciliane in crisi a causa dell’emergenza Coronavirus, al via un bando dell’assessorato regionale all’Economia, una prima tranche di 73 milioni di euro su un totale stanziato di 150 milioni a valore sul Fondo Sicilia previsto dalla Finanziaria regionale.

Finanziamenti fino a 25mila euro a tasso zero (di cui fino al 20% a fondo perduto), preammortamento di due anni e restituzione fino a sei anni.

L’annuncio è arrivato lo scorso ottobre da Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di DiventeràBellissima, che ha inoltre sottolineato come potranno beneficiare di questo fondo anche liberi professionisti e importanti categorie produttive, dalle strutture assistenziali del sistema sanitario, ai fotografi e autoscuole, e altre categorie escluse dal Bonus Sicilia.

Il bando per accedere ai finanziamenti è adesso disponibile attraverso il sito della Regione Siciliana. Le iscrizioni sono state aperte il 22 luglio ed avranno termine il 9 settembre. Una fascia di tempo abbastanza ampia per evitare un “click day”.

Questo concreto aiuto alle imprese va ad aggiungersi ai circa 10 milioni di euro destinati all’editoria, ai 3 milioni per le edicole e ai 2 milioni per le agenzie di distribuzione stampa.

Il Fondo Sicilia, che si somma al Bonus Sicilia e amplia la platea di beneficiari per supportare le imprese e i professionisti, dà la possibilità di riprendere le attività e rilanciare il sistema produttivo regionale, che continua a essere fortemente provato dalla situazione emergenziale ancora in atto.

I professionisti e le imprese potranno utilizzare gli importi per riprendersi dalla crisi, migliorare la loro attività e dare nuovo slancio investendo nella pubblicità online e offline, opportunità che – specialmente adesso – è imprescindibile per raggiungere il pubblico e farsi conoscere da nuovi clienti:

  • online gli investimenti possono riguardare l’implementazione di siti web innovativi e performanti, la pubblicità sulle maggiori piattaforme dedicate (come Facebook oppure Google), l’inserimento di banner appositi o realizzazione di eCommerce per la vendita;
  • offline, oltre alla pubblicità convenzionale, di notevole importanza è il settore dei gadget, di cui un esempio sono i portachiavi personalizzati con il marchio aziendale. Prodotti che hanno il fine di fidelizzare i clienti attraverso il regalo di un oggetto di uso quotidiano e dare visibilità al brand.

La nuova misura di sostegno del bando regionale Fondo Sicilia si configura quindi come un’ulteriore e importante opportunità a integrazione dei bonus già erogati per agevolare la ripartenza delle imprese e dei professionisti dopo un anno davvero complicato.

(36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.