Depressione in aumento: l’importanza della psicoterapia

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Secondo il portale EpiCentro, gestito dall’Istituto superiore di sanità, nel 2018 un anziano su cinque in Sicilia mostrava sintomi di depressione. Questo causava malessere emotivo negli over 65 per una media di 17,4 giorni al mese. Le persone che avevano dichiarato di soffrire di depressione riportavano anche 17,5 giorni al mese di malessere fisico.

Durante l’emergenza sanitaria, la situazione è poi peggiorata per tutte le fasce di età. Ciò ha portato a un aumento di richieste di assistenza psicologica in regione, difficili da soddisfare in mancanza di strutture e servizi adeguati. Di seguito le possibili soluzioni per il trattamento della depressione e la cura della salute mentale.

Sintomi comuni della depressione

Il primo passo è identificare i sintomi più comuni della depressione. Uno dei più riconoscibili è uno stato di tristezza costante, anche senza una ragione particolare. A questo si accompagnano spesso un brusco calo dell’autostima e la tendenza a isolarsi dagli altri. Per alcuni la depressione si manifesta con un senso di irritabilità, oppure di agitazione e irrequietezza che possono causare insonnia. Altri sono più stanchi del solito, e diventano esausti al minimo sforzo. Non è raro che si noti una lentezza nei movimenti, come se il corpo diventasse più pesante.

Durante una fase di depressione è frequente perdere interesse per le attività che normalmente si trovano piacevoli o divertenti. Anche prendere decisioni diventa un processo faticoso e difficile.

Inoltre, la depressione può comportare spesso disturbi o cambiamenti nelle abitudini alimentari, come perdita di appetito o al contrario la tendenza a mangiare troppo. Lo stesso vale per il sonno: si passa da fasi di insonnia a letargia e difficoltà nell’alzarsi dal letto.

Se si riportano cinque o più dei sintomi qui descritti per oltre due settimane, è consigliabile rivolgersi a un professionista per cercare sostegno.

Psicoterapia per la depressione

I trattamenti per la depressione hanno in generale una buona efficacia: tra l’80% e il 90% dei pazienti notano significativi miglioramenti, in alcune percentuali grazie ad una combinazione di psicoterapia e medicinali. La psicoterapia online, che negli ultimi anni ha acquistato popolarità anche in Italia, mostra livelli di efficacia comparabili a quella in studio. Questa è una buona notizia in particolare per chi vive in una regione come la Sicilia dove, come accennato, non sempre esistono alternative adeguate in presenza. Rivolgersi a uno psicologo online, scegliendo su piattaforme come Serenis.it, che si basa su un approccio scientifico rigoroso, può essere un modo più accessibile per iniziare a lavorare su se stessi e ritrovare il benessere mentale. Non è necessario avere alcuna esperienza precedente con la terapia: ai pazienti viene assegnato uno psicoterapeuta che saprà valutare il trattamento più adatto a seconda delle esigenze personali.

Approcci terapeutici contro la depressione 

Tra gli approcci più comuni per trattare la depressione ci sono quello cognitivo comportamentale e quello psicodinamico. La terapia cognitivo comportamentale parte dall’idea che pensieri e convinzioni hanno una forte influenza sui nostri comportamenti e sulle emozioni che proviamo. Si agisce dunque su credenze negative o percezioni inaccurate della realtà, analizzando gli errori cognitivi che portano a determinate risposte emotive. A volte lo psicoterapeuta utilizza la cosiddetta attivazione comportamentale: incoraggiando il paziente a compiere azioni piacevoli si riattiva a poco a poco una percezione positiva delle esperienze quotidiane.

La terapia psicodinamica è invece un’evoluzione della psicanalisi, e aiuta i pazienti tramite una maggiore comprensione di se stessi e delle cause dietro alla loro depressione. Non si concentra soltanto sul presente, ma guarda anche al passato per interpretare emozioni e sentimenti attuali.

Troppo spesso chi soffre di depressione rinuncia a chiedere aiuto, in parte per la carenza di accesso a servizi di sostegno, in parte per lo stigma che ancora circonda la salute mentale. Mentre in Sicilia si discute di introdurre uno psicologo di base, sono disponibili sempre più piattaforme per la psicoterapia online. È quindi auspicabile che trattamenti e percorsi terapeutici saranno sempre più accessibili a chiunque ne abbia bisogno.

(58)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.