10 cose che non sapevi sugli orologi

Pubblicato il alle

3' min di lettura

L’orologio è uno degli oggetti più comuni e di uso quotidiano grazie alla sua indispensabile funzione di misurare il tempo e abbellire il look di chi lo indossa. Eppure, non è tutto qui: ecco 10 dettagli e fatti curiosi sugli orologi.

L’orologio è arrivato sulla Luna

Già, l’orologio ha varcato i confini del pianeta ed è atterrato sulla Luna. L’allunaggio del 1969, grande traguardo per la storia dell’umanità, ha visto il modello Omega Speedmaster sbarcare sul nostro satellite al polso di Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Per celebrare questo incredibile traguardo è possibile acquistare il modello Omega Speedmaster nuovo, quasi uguale a quello indossato da Aldrin.

Gli orologi Omega hanno poi accompagnato gli astronauti di tutti i sei sbarchi sulla Luna.

L’orologio può salvare la vita

È accaduto durante l’atterraggio d’emergenza della missione spaziale Apollo 13: l’orologio Omega Speedmaster aiutò i tre astronauti a salvarsi. Con l’elettronica di bordo fuori uso, Jack Swigert calcolò con il suo orologio l’esatto momento in cui accendere i motori per il ritorno.

Gli orologi da polso furono progettati per le donne

Il primo orologio da polso venne progettato dal produttore svizzero Patek Philippe per la contessa Koscowicz d’Ungheria, legato con nastri e simile a un gioiello. Gli uomini, in quel momento, continuarono a preferire i classici orologi da taschino.

Il quarzo e il rischio per l’orologeria svizzera

Negli anni Settanta l’avvento del quarzo causò una crisi nella celebre orologeria svizzera: infatti, il quarzo sa produrre una frequenza radio tale da mantenere il tempo in maniera più precisa rispetto a un orologio meccanico.

Gli orologi sportivi sono nati grazie al polo

Negli anni Trenta, un gruppo di ufficiali dell’esercito britannico che amavano il polo chiesero all’orologiaio Jacques-David LeCoultre di progettare un orologio resistente anche durante il gioco. Nacque così il “Reverso”, il primo orologio sportivo.

Gli smartwatch risalgono al 1977

Popolari ieri come oggi, gli smartwatch hanno il loro antenato nell’HP-01 del 1977: un orologio con display a LED, calcolatrice e le funzioni del fuso orario.

I test degli orologi subacquei

Per testare l’affidabilità e la resistenza dei suoi orologi subacquei, Rolex li testa in una camera iperbarica da 1,3 tonnellate che riproduce una profondità di 4875 metri. Se l’orologio ha un minimo difetto, in questo modo implode.

La curiosità sui quadranti

Oggi gli orologi hanno 12 quadranti ma non è sempre stato così: sono esistiti anche orologi a 24 quadranti, ingombranti e scomodi, e orologi con 10 quadranti a seguito di alcune proposte di modifica delle ore di una giornata.

Ci sono orologi che non si limitano a segnare l’ora

Esiste un orologio, lo Snyper ONE, dotato di mirino laser opzionale e accendi sigari antivento in lega di zinco: super accessoriato!

(15)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.