Il termine “buddaci” diventa un marchio, giovedì la presentazione

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Da un’idea originale tutta messinese, sta per affacciarsi sul panorama della città metropolitana un nuovo brand, che è la sdrammatizzazione del termine ‘buddaci’ e la sua vivace valorizzazione in termini di produttività e di fattività. Da controsenso in termini, a realtà concreta ed evolutiva.

Le caratteristiche del marchio e alcuni dei prodotti saranno illustrati durante una conferenza stampa di presentazione giovedì 26 gennaio 2017, alle 10:30, nella sede della Confesercenti di Messina, in via Placido Samperi n. 7. I prodotti, tutti made in Messina, rappresenteranno l’identità messinese nel mondo. Il brand è uno dei più innovativi nel panorama italiano per struttura di comunicazione e marketing. Tenterà  di entrare a far  parte in pochi mesi dei cosiddetti brand disruptive: quelli che riescono crescendo ad influenzare il mercato. Pur trattandosi di prodotti di qualità e originali, quello che emergerà sarà l’aspetto emozionale, molto identificativo per la realtà messinese. Il termine del marchio, interpretato negativamente dalla tradizionale volontà popolare, si proporrà come concetto di cambiamento per la rinascita di una comunità.

La narrazione espressa vorrebbe far conoscere, attraverso un percorso  interpretativo originale e un approccio accessibile, le testimonianze e i modi di essere del popolo messinese, assorbendo dalle radici della tradizione, ma trovando anche punti di vista che diventino nuova linfa vitale nel dibattito culturale. Il progetto, attraverso una sintesi comunicativa, vuole far esplodere nel mondo globale i segni letterari, artistici, sociali, linguistici, psicologici e di costume di Messina e provincia, rilanciandoli come miti della stessa comunità.

(1438)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.