Il Messina mette il bavaglio al Matera: reti bianche al “Franco Scoglio”

Pubblicato il alle

4' min di lettura

 

Continua l’effetto Lucarelli per il Messina, che al “Franco Scoglio” pareggia per 0-0 contro il Matera, al termine di 95 minuti comunque vibranti e divertenti. Una partita ben giocata dai peloritani, che hanno sfiorato il gol soprattutto nella prima frazione, contro un avversario forte ma evanescente per almeno un’ora.

Il tecnico toscano conferma il 4-3-3 d’ordinanza, con Maccarrone e Rea in difesa con Grifoni e De Vito terzini. Nel ruolo di regista c’è sempre Musacci, con Akrapovic e Foresta a dare sostanza e dinamismo alla alla mediana. In avanti Ferri vince il ballottaggio con Madonia, con Milinkovic e Pozzebon a completare il reparto offensivo. Il Messina ci prova al 17′, con Ferri che in scivolata ferma un difensore ospite, la sfera arriva a Milinokovic che prova il tiro a giro dal limite senza riuscire ad impensirire Alastra.

Ben più pericolosa l’azione del 19′, con Milinkovic che sfonda sulla destra e mette in mezzo dal fondo, ma è provvidenziale l’anticipo di De Francosu Pozzebon all’interno dell’area piccola. Al 27′ il Messina va vicino al vantaggio, con un capovolgimento magistrale dopo un corner lucano, Milinokovic si fa 40 metri palla al piede e serve Foresta, che defilato sulla destra calcia sul primo palo con Alastra che si salva in corner. Il primo tempo termina a reti bianche, con un Matera che ha tenuto quasi sempre il pallino del gioco in mano, senza mai riuscire ad impensierire Berardi nonostante uno Strambelli in giornata di grazia, capace di mettere sempre in difficoltà De Vito nell’uno contro uno.

Dall’altra parte le uniche occasioni degne di nota sono state di marca peloritana, con la velocità di Ferri e Milinkovic spesso determinante nei confronti di una difesa lucana particolarmente alta. Al 48′ è subito Messina, con Pozzebon che dal limite prova la conclusione dal limite sfiorando l’incrocio. Al 51′ primo tentativo ospite con una punizione di Strambelli dal limite che sfiora la traversa. La partita però è gradevole e ben giocata da entrambe le squadre, con il Matera che si rende pericoloso ancora al 58′ con Armellino che prova il rasoterra ad incrociare che sfiora il palo alla destra di Berardi.

Dopo l’ora di gioco il Messina cala fisicamente e il Matera riesce a prendere campo, ma i peloritani resistono senza riuscire a ripartire con la stessa incisività. Al 76′ ci vuole il miglior Berardi per distendersi e deviare in corner la fiondata di Armellino dai 22 metri. Il Matera ci prova fino alla fine con Armellino al 90′, ma la conclusione dell’ex Reggina è forte ma centrale. Un solo punto ma tanti segnali positivi per un Messina che a fine partita ha raccolto il meritato abbraccio della curva sud. Adesso il futuro deve fare meno paura.

Tabellino
Messina-Matera 0-0
Messina
Berardi, De Vito, Maccarrone, Ferri (70′ Madonia), Musacci, Pozzebon, Milinkovic, Foresta, Rea, Akrapovic (74′ Capua), Grifoni(85′ Palumbo)

A disposizione: Russo, Mileto, Bruno, Ricozzi, Mancini, Rafati, Marseglia, Saitta, Fusca

All. C. Lucarelli

Matera
Alastra, Mattera, De Franco, Piccinni, Iannini, Strambelli (65′ Carretta), Sartore (76′ De Rose), Armellino, Di Lorenzo, Casoli, Negro (65′ Louzada)

A disposizione: D’Egidio, Scognamillo, Meola, Gigli

All. G. Auteri

Arbitro: Sig. Vito Mastrodonato di Molfetta

Guardalinee: Agostino Maiorano di Rossano e Dario Cucumo di Cosenza

Ammoniti: Maccarrone, De Vito

(90)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.