E i debiti fuori bilancio sembrano spuntare come funghi

aulaSi prospetta un agosto caldissimo per l’amministrazione comunale chiamata a rimodulare il piano di riequilibrio rispettando la scadenza del 30 settembre. Un compito tutt’altro che agevole visto che in questi giorni i debiti fuori bilancio spuntano come i funghi. Venerdì scorso l’assessore Eller aveva annunciato la presenza  di 15 milioni di euro di nuove passività. Ma secondo quanto si è appreso questa mattina, durante la seduta della Commissione Bilancio, ci sarebbero ulteriori debiti da 33 milioni di euro riscontrabili nel documento allegato alla delibera sul bilancio consuntivo 2015  in Aula dal ragioniere generale Antonino Cama. Di questi, la metà erano già previsti come debiti latenti.

Una situazione che ha indotto il consigliere Giuseppe Santalco a richiedere un’accurata relazione sul monte debitorio effettivo con cui Palazzo Zanca dovrà fare i conti, sopratutto nell’ottica della rimodulazione del piano di riequilibrio che il Consiglio comunale dovrà approvare.

Intanto Luca Eller traccia la strada da seguire. “E’ opportuno accelerare i lavori e conoscere al più presto lo stato del saldo economico, negativo o positivo che sia. Abbiamo incontrato serie difficoltà a predisporre una bozza di Previsionale 2016-2018. E’ come se l’autostrada che stiamo percorrendo presenti un viadotto crollato pochi chilometri più avanti, ma c’è ancora il tempo di aggirare l’ostacolo cambiando itinerario. Occorre capire come finanziare eventuali debiti, rischiando di non coprire le spese di ordinaria amministrazione. La situazione è finora sotto controllo, bisogna esitare un inventario con tutte le passività generatesi”.

Andrea Castorina

 

 

 

 

 

 

 

(58)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *