comune 6

Il Comune non paga le bollette, scuola Foscolo-Battisti e alcuni uffici senza linea telefonica

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Errare è umano ma perseverare è diabolico. Il dirigente scolastico, Roberto Vincenzo Trimarchi, una disavventura simile l’aveva già avuta lo scorso mese di settembre, quando per via di una fattura non pagata da Palazzo Zanca, la Telecom aveva tagliato la linea telefonica della scuola “Elio Vittorini”.

Questa mattina lo scenario si è ripetuto, ma questa volta la “vittima” scelta è stata la “Foscolo-Battisti”, istituto sempre diretto dallo stesso  Trimarchi. A quanto pare Palazzo Zanca non ha provveduto a pagare il servizio offerto da Telecom, che avanzerebbe dall’Ente una cifra vicina al milione di euro. Così alla compagnia telefonica non è rimasto nessun’altra scelta se non quella di rifarsi sull’utenza, interrompendo la linea telefonica del plesso scolastico di via Cesare Battisti, ma anche di alcuni uffici comunali che si trovano a Palazzo Zanca e al Palacultura.

Lo stesso professor Trimarchi denuncia i disagi affrontati, perché nonostante le lezioni siano attualmente sospese, l’attività amministrativa deve andare avanti: “Dal Comune non abbiamo avuto alcuna comunicazione – ha commentato il dirigente scolastico – purtroppo non è la prima volta che mi ritrovo ad affrontare una situazione di questo tipo. Io stesso ho telefonato alla Telecom per capire come mai non ci fosse la linea telefonica ed è stata la stessa compagnia a dirmi che poco a poco provvederanno a tagliare le utenze comunali, eccezion fatta per quelle del Dipartimento di Protezione Civile e del sindaco. Noi dobbiamo andare avanti, quindi non ci resta che pagare di tasca nostra sostituendoci ad un Comune che da almeno sei anni non eroga i fondi previsti dalla legge”.

(167)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.