“Tutti i lavoratori sono uguali”. Il Csa chiede un incontro all’Amministrazione

comuneSciopero dietro l’angolo per il Csa Regioni Autonomie Locali. Il sindacato va giù duro e a fronte degli ultimi  avvenimenti, che a suo dire «interessano solo alcuni gruppi di lavoratori», attacca  duramente l’Amministrazione comunale e chiede un incontro urgente,  in assenza del quale caso «i 300 precari storici  dell’ente, porranno in essere tutte le azioni consentite dalla legge:  stato d’agitazione, assemblee, sciopero e occupazione».   In una nota precisa: «Il malcontento dei lavoratori, precari storici e non solo, nasce dall’attenzione che l’Amministrazione ha dedicato ad alcuni gruppi di lavoratori: Feluca, ex Cea, Agrinova, 32 ex vigili vincitori di  concorso tempo determinato (1 anno) già espletato e cessato il 31 maggio 2013».  Per costoro – precisa il sindacato – l’Amministrazione ha trovato delle soluzioni «al fine di garantire o cercare di garantire occupazione o benefici  economici, che purtroppo non arrivano per i precari storici dell’Ente o per i lavoratori di ruolo che sono costretti a rivolgersi costantemente al giudice del lavoro, mentre ad altri viene riconosciuto tutto».

(47)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *