Teatro V.E. Cgil Slc, Uilcom Uil, Fials Cisal e S.a.di.r.s. puntualizzano sulle dichiarazioni della Fistel Cisl

teatro vittorio emanuele messinaI Segretari Provinciali di Slc Cgil, Uilcom Uil, Fials Cisal e S.a.di.r.s., puntualizzano in merito alle dichiarazioni del segretario della Fistel Cisl, Domenico Allegra. «È poco edificante — scrivono i rappresentanti delle quattro sigle sindacali — rilasciare commenti su posizioni sindacali di altre Oo.Ss. Nel caso di percorsi e scelte che non sono comuni e condivise, bisognerebbe limitarsi a compierne di propri, qualora se ne sia in grado e nelle possibilità, limitandosi ad esporre e perseguire proprie strategie sindacali». I toni si inaspriscono man mano che la nota prosegue: «La Fistel-Cisl dichiara di “non sostenere o difendere le evidenti contraddizioni o debolezze del C.d.A. , del Sovrintendente e del Presidente. Non lo ha mai fatto, in nessuna delle trattative avute in questi anni con i vertici del Teatro”, e ancora “La Fiste–Cisl è stata la prima Organizzazione Sindacale a chiedere pubblicamente le dimissioni del C.d.A.” Delle due l’una: se si dichiara che i vertici del teatro sono incapaci, allora che senso ha relazionarsi con questi interlocutori? Che senso ha sedersi al “tavolo di lavoro permanente” a fare da “quarta gamba” quando poi per tre anni, ed alcune volte insieme alle altre OO.SS., non si è riusciti a far produrre nulla di utile a questa dirigenza?». «Ci chiediamo — commentano i segretari provinciali — quali strumenti o azioni sindacali, se non chiacchiere, ha messo in piedi il Segretario Fistel-Cisl, per risolvere le questioni che noi denunciamo da tempo? Cosa è riuscito a portare a casa per tutti i lavoratori dell’Ente con la sua politica del finto  “buonismo”?». «Appare grave affermare — prosegue la nota — “che si sta inscenando una guerra perenne di tutti contro tutti”, quando è proprio questa logica che stiamo sradicando, portando avanti le istanze della collettività (lavoratori stabili e precari, cittadini, giovani, abbonati, ecc.). È ancora più assurdo affermare che “vi è una minoranza di lavoratori che vuole rappresentare tutto il Vittorio Emanuele”; per questo motivo — concludono — il 5 febbraio, il Segretario Fistel-Cisl sarà omaggiato di un regalo da parte dei lavoratori in presidio e delle Organizzazioni Sindacali per meglio “contare” i numeri che ciascuno rappresenta». I segretari sindacali di Slc Cgil, Uilcom Uil, Fials Cisal e S.a.di.r.s. chiedono alla Fistel Cisl di portare risultati oggettivi, che possano risolvere la questione “teatro”.

(49)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *