Taormina Arte. Sindacati: “Nessuna certezza per i lavoratori. E’ sciopero”

taorminateatroLe organizzazioni sindacali Slc-Cgil, Uil Com-Uil ed Ugl di Messina, hanno inoltrato una nota sindacale, congiunta, all’Assessore Regionale al Turismo – Sport e Spettacolo, Cleo Li Calzi, ed al Presidente del Comitato Taormina Arte, Eligio Giardina, in merito al sul futuro occupazionale delle maestranze del Comitato che fino ad oggi hanno permesso la realizzazione delle manifestazioni nel corso degli anni.

“Il domani appare sempre più cupo – ha dichiarato il Segretario di Slc, Giuseppe Di Guardo -, lo dimostra l’imbarazzante silenzio da parte dell’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo, investito del problema attraverso la richiesta d’incontro urgente inoltrata all’Assessore Li Calzi del 30 marzo scorso, e ad oggi ancora inevasa”.

“Rimane prioritario – scrivono i sindacalisti – discutere sulle problematiche attinenti l’assenza di una pur minima clausola di garanzia occupazione per i lavoratori tecnici stagionali (attrezzisti, elettricisti, custodi e macchinisti del Comitato), già oltremodo sfruttati nel passato dalla politica, locale e regionale, per garantirsi, attraverso la loro indiscusse professionalità, un ritorno di immagine internazionale”.

“Come Organizzazioni Sindacali siamo fortemente delusi dal disinteresse dimostrato dalla politica Regionale così come dalla “confusione” che artatamente si sta generando sulla nascita della Fondazione”, ha dichiarato il Segretario di UilCom, Antonio Di Guardo.

Per le organizzazioni sindacali questo piano economico pluriennale di risanamento e rilancio degli Enti e Fondazioni Teatrali in Sicilia, posposto dall’Assessore Regionale Li Calzi, non garantisce alcun futuro ai teatri ed alla cultura in Sicilia: “Le maestranze stagionali di TaoArte, che negli anni precedenti venivano assunti per l’intera stagione estiva – ha aggiunto il Segretario Ugl, Salvatore Mercadante – si sono visti proporre contratti per soli 45 giorni di lavoro, se pur in presenza di un cartellone di spettacoli programmati, che si concluderanno a settembre 2015. Con quale personale si intende proseguire la stagione dal mese di luglio in poi?”

“Non avendo avuto a tutt’oggi interlocutori – si legge nella nota – che hanno concretamente dato risposte alle legittime richieste dei lavoratori, le Organizzazioni Sindacali proclamano lo stato di agitazione a partire da giorno 08, con la possibilità di ulteriori manifestazioni a difesa delle maestranze, che si terranno nei prossimi giorni”.

Al Presidente del Comitato Taormina Arte ed all’Assessore Regionale Li Calzi, i tre Segretari ribadiscono “la richiesta di convocazione per un urgentissimo incontro sindacale a garanzia degli attuali, così come dei futuri, livelli occupazionali per i lavoratori in argomento, anche in funzione della istituenda Fondazione”.

(136)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *