Sanità. “A Messina manca il direttore di Chirurgia generale nonostante due concorsi banditi”. Lo dice la CIMO ASMD

corsie ospedaleLa CIMO ASMD, Sindacato della Dirigenza Medica, evidenzia lo stato d’inattività che si e’ venuto a creare nelle Aziende Sanitarie Siciliane e Messinesi. “In particolare- sostiene Mario Pettinato, medico chirurgo, esponente del sindacato – a causa della mancata nomina dei Direttori Generali da oltre un anno e il blocco della nomina dei Direttori di Struttura Complessa. Si è arrivato all’assurdo che all’ASP di Messina – prosegue Pettinato – non è stata effettuata nessuna nomina di Direttore di Chirurgia Generale nonostante due concorsi effettuati negli ultimi sei anni anzi si profila l’intenzione di bandire altro concorso (“trionfo”della spending review). Ciò costringe i Commissari Straordinari a fare disposizioni di servizio pericolose per i medici e soprattutto per la cittadinanza. Come da recente disposizione il Direttore della Chirurgia Oncologica di Taormina dovra’ gestire contestualmente anche la Chirurgia di Milazzo ad oltre cento chilometri di distanza con tutte le difficoltà intuibili. In seguito al blocco assessoriale non è possibile nominare il Responsabile di Struttura all’interno delle Unità Operative, così da creare in alcuni casi l’assurdo che il Responsabile di una Unità Operativa – conclude il sindacalista- è il Capo Dipartimento che nulla ha a che fare con la specialita’ del Reparto.Un esempio? L’Oculistica gestita dall’Otorino , le Malattie Infettive dallo Pneumologo e chi piu’ ne ha piu’ ne metta
Noi vogliamo una sanità che crei salute e a misura dei cittadini”.

(72)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *