Nuovo sciopero dello Stretto: stop il 3 giugno a Rfi

Nave MessinaIl 3 giugno sarà nuovamente sciopero della navigazione pubblica sullo Stretto. La protesta è stata indetta dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Orsa, Fast e Sasmant dopo l’ultimo tentativo a vuoto che ha portato alla conclusione delle procedure di raffreddamento. Come si legge in una nota l’Orsa Sicilia: “L’assenza di Relazioni Industriali ha causato il totale scollamento fra la direzione aziendale e la realtà lavorativa dell’impianto, l’azienda viola sistematicamente gli accordi con inaudita leggerezza, persiste nella tattica dilatoria tesa a glissare il confronto con le OO.SS. e punta a gestire l’impianto con prese di posizioni “autoritarie” che mettono in discussione i consolidati equilibri indispensabili per il sereno svolgimento dell’esercizio. La sommaria gestione dell’impianto ha innescato un calo di produzione senza precedenti, l’attuale direzione ha trascinato l’impianto navigazione di Messina ai minimi storici, ha messo a dura prova il diritto alla continuità territoriale ed ha instaurato un confronto muscolare con i lavoratori ai quali vengono negati i diritti acquisiti.  Esperite con esito negativo entrambe la fasi delle procedure di raffreddamento previste dalla vigente normativa, si dichiara la prima azione di sciopero di otto ore che interesserà tutto il personale operante nell’impianto navigazione RFI di Messina”. La manifestazione inizierà alle 9 per concludersi alle 17. 

(38)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *