Clinica Cristo Re. Fp Cgil: «Dopo il controllo, la situazione è tornata “normale”»

cristo re«“Archiviata” la visita ispettiva che, evidentemente, tanto ha fatto preoccupare il management della casa di cura Cristo Re, le condizioni di lavoro del personale sono tornate le stesse: ai limiti del disastroso».

Questa l’amara considerazione della segretaria della Funzione pubblica della Cgil, Clara Crocé, del coordinatore provinciale di categoria, Antonio Trino, e dei responsabili di settore, Nava e Rizzotti, in merito alla situazione in cui operano i dipendenti dalla struttura privata.

«I dipendenti – spiegano Crocè e Trino −, in vista della suddetto controllo, sono stati oggetto di cambi turno, riorganizzazioni e redistribuzione del lavoro, rispetto alle quali, la Fp Cgil, nonostante le spiegazioni richieste, è sempre rimasta estranea».

«Oggi – affermano i sindacalisti – considerato che lo “status” del personale è tornato ad essere tale a quello che ha preceduto la “visita”, abbiano ennesima conferma di come i lavoratori siano stati disposti sullo “scacchiere” della Cristo Re solo ed esclusivamente a piacimento della dirigenza che, altrimenti, di fronte alle autorità preposte, avrebbe avuto non pochi problemi a chiarire e giustificare il perché di certi carichi di lavoro».

Per la Funzione pubblica quanto accaduto non è dunque che «l’ennesima dimostrazione dell’assoluta disorganizzazione che regna presso la struttura sanitaria, dove il personale, ogni giorno di più, si trova costretto ad operare in grande precarietà, a causa delle evidenti incapacità gestionali in capo ai vertici aziendali».

(325)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *