Ato Me 3. La Fp Cgil chiede incontro urgente: «Non si ricorra a tecnici esterni»

cgil 5La Fp Cgil ha inviato una nota al Commissario straordinario dell’Ato Me 3, Ettore Ragusa, per chiedere un incontro. «Dopo il passaggio delle competenze e dei lavoratori dall’Ato Me 3 Spa in liquidazione alla nuova Ssr, dal 30 settembre 2013 — denunciano Clara Crocè, segretario generale del sindacato, e Carmelo Pino, segretario del settore —, è ancora tutto fermo».

 La Fp Cgil, in particolare, chiede chiarimenti in merito alle stesura dei piani di intervento. «Non vorremmo che — prosegue la nota congiunta —, anche a Messina, si verificasse quanto accaduto in altri ambiti territoriali, che nelle more delle procedure di affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti la stesura dei piani di intervento venisse affidata a consulenti esterni,  invece di avvalersi del personale interno. Il personale dell’ex Ato Me 3, tecnici e amministrativi, sono perfettamente  in grado di redigere i piani comunali. E questo, a costo zero. Il ricorso a tecnici esterni — concludono — non farebbe altro che lievitare i costi di igiene ambientale a carico dei bilanci comunali». 

(49)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *