“Vento da sud-est” ha inaugurato la stagione di Laudamo in Città

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Lo spettacolo, primo della trilogia “Progetto Parola Pasolini” ed andato in scena dal 6 al 15 novembre alla Sala Laudamo, ha dato avvio a “Laudamo in Città”, progetto ideato dalla nostra compagnia DAF – Teatro dell’Esatta Fantasia che per il secondo anno pone al centro delle attività il ridotto del Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Tratto distintivo del primo spettacolo è stata la partecipazione attiva di giovani migranti ospiti del centro di prima accoglienza.
Uno straordinario successo quello di Vento da Sud-Est, scritto e diretto da Angelo Campolo, con la collaborazione drammaturgica del giovanissimo Simone Corso. Un successo dettato dalle sei recite tutte sold-out per uno spettacolo che ha entusiasmato pubblico e critica.
Dopo una prima fase laboratoriale, a cui hanno partecipato 50 aspiranti attori under 30, ne sono stati selezionati 6 che hanno composto il cast. Vento da Sud-Est, liberamente tratto da Teorema di Pier Paolo Pasolini, ha raccontato l’inaspettato arrivo di cinque ospiti che bussano alla porta di una tranquilla e sicura famiglia borghese, che non si dimostra immediatamente aperta e disponibile ad accogliere gli stranieri in casa. A calcare il palcoscenico, per la prima volta nella loro vita, anche cinque giovani migranti africani, ospiti del centro “Ahmed” di Messina, accompagnati da Clelia Marano e Alessandro Russo. La partecipazione dei giovani migranti rientra in un più ampio progetto di integrazione culturale volto a valorizzare attitudini e talenti per favorire l’inserimento nel tessuto sociale, prevedendo, oltre al Teatro, anche altre attività e discipline artistiche. Vento da Sud-Est, infatti, è uno spettacolo, ma anche un “progetto pilota”, un metodo di lavoro che presto sarà riproposto in altre realtà importanti e significative rispetto alla grande questione dell’integrazione culturale.
Per “Laudamo in Città”, ovvero per il secondo spettacolo (Teatro-Danza) del “Progetto Parola Pasolini” dal titolo Terra che non sa di Sarah Lanza, appuntamento al 15 gennaio, sempre alla Laudamo. Le prove sono già iniziate.

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.