Il Teatrino di Lunaria festeggia il Natale con i burattini

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Una squadra di burattini fatti a mano, pronti per portare in scena le favole italiane e siciliane della tradizione popolare. È tutto pronto per la stagione natalizia de Il Teatrino di Lunaria, la compagnia teatrale fondata nel 2013 dalla Cooperativa Sociale Lunaria. Tre gli spettacoli in programma, per bambini e per intere famiglie, negli spazi creativi di via Sant’Agostino 24, a Messina.

Si comincia domenica 13 dicembre, alle 17.00, con le due opere La finta nonna e Gli indovinelli di Caterina, per la regia di Margherita Smedile e Isolina Vanadia.

Tratto da una favola di Italo Calvino inserita nella raccolta “Fiabe italiane”, La finta nonna è la versione originale del più noto Cappuccetto Rosso e vede in scena otto burattini a guanto e a bastone. Gli indovinelli di Caterina è tratto invece dalla fiaba “La scaltra contadinella”, che apre la raccolta di fiabe siciliane di Laura Gonzenbach.

“Il Teatrino di Lunaria – spiega Isolina Vanadia – è un modo per interpretare con sensibilità contemporanea un modo di fare teatro antico e popolare. I burattini diventano così un potente strumento pedagogico per bambini e ragazzi”.

Saranno le fondatrici della Cooperativa Lunaria – Francesca Billè, Serena Dascola e Alessandra Licata – ad interpretare i tanti ruoli sulla scena e a dare vita ai burattini. Il Teatrino di Lunaria si fonda sul lavoro svolto da una compagnia integrata, formata da persone abili e disabili appassionate di teatro di figura, una compagnia stabile e consolidata dal progetto di produrre e portare in scena l’opera dei burattini. Proprio i burattini utilizzati negli spettacoli sono stati costruiti all’interno del laboratorio DArt, uno spazio di espressione creativa dedicato a giovani artisti con disabilità.

Il Teatrino di Lunaria, “spazio magico di storie e musica”, può contare sulla collaborazione e sull’esperienza di professionisti nel campo teatrale e pedagogico: oltre alle socie fondatrici (Francesca Billè, psicopedagogista; Serena Dascola, educatrice; Alessandra Licata, educatrice e videoartist) e a fianco del collettivo di artisti del laboratorio DArt, fanno parte della compagnia Eleonora Bovo, attrice ed arte-terapista; Piero Botto, tecnico teatrale; Pierpaolo Cimino, musicista; Margherita Smedile, attrice di prosa; Isolina Vanadia, insegnante.

L’opera dei burattini continua con la fiaba Sperso per il mondo, domenica 20 dicembre, e nuovamente La finta nonna e Gli indovinelli di Caterina, domenica 27 dicembre, sempre alle 17.00 nella sede della Cooperativa Sociale Lunaria.

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.