Vittorio Emanuele. Prosegue il presidio permanente in attesa di risposte dalla Regione

Pubblicato il alle

2' min di lettura

teatro vittorio emanuele messinaIl presidio permanente al Teatro Vittorio Emanuele prosegue. Anche oggi dove i sindacati hanno tenuto una conferenza stampa. Pippo Di Guardo della Flc Cgil dichiara: «La nave sta affondando, la schettinite ha colpito anche il Vittorio Emanuele, noi vogliamo discutere di presente e futuro, non ce la facciamo più. Abbiamo già presidiato nei mesi scorsi, per 29 giorni, gli uffici e i dirigenti ci ridevano dietro, non hanno progettualità, non c’è un’idea per rilanciare l’ente, noi abbiamo un problema urgente che è il lavoro». Critiche, ma non personali, sono state rivolte ai consulenti del Vittorio Emanuele (solo i due direttori costano 100mila euro l’anno e altre al consiglio d’amministrazione che sembra lontano dalle pretese dei dipendenti a tempo). Il punto è sempre quello: avere aiuto economico dalla Regione per la stabilizzazione del personale precario, per aggiungere più spettacoli e far lavorare gli stagionali per più giorni, ma ancora il governo Crocetta non ha risposto. Il sovrintendente Magaudda replica: «Risposte non ce ne sono, noi capiamo benissimo che i sindacati sono portatori di interessi legittimi dei precari, io voglio che tutti insieme conduciamo una battaglia per il teatro insieme alla politica messinese». Magaudda, mentre il presidente del teatro Ordile continua a restare in silenzio, sostiene che il Cda vuole predisporre una proposta per la costituzione di un’orchestra stabile come nelle altre città siciliane. Il sovrintendente sollecita anche il Conservatorio a unirsi nel progetto di fornire sbocchi occupazionali ai musicisti. Ma dalle parole del funzionario si capisce che senza sostegno regionale le risposte non potranno mai arrivare. In questa stagione, fatta di 5 spettacoli di musica e una decina di prosa, c’è già stato un calo di abbonamenti del 20%. «I messinesi hanno risposto bene — conclude Magaudda — ma molti pensano che il teatro sia chiuso o commissariato». Venerdì infine i sindacati sono stati convocati dal consiglio d’amministrazione per un incontro dove si parlerà di progettualità del Vittorio Emanuele. Staremo a vedere.

@Acaffo

(56)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.