carabinieri messina

Taccheggio, armi e droga: cinque arresti e tre denunce a Messina

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Controlli straordinari dei Carabinieri in centro e nei villaggi collinari di Messina in vista del Natale: il bilancio è di cinque arresti e tre denunce. Nel mirino dei militari una donna di 41 anni beccata a rubare merce da un negozio di piazza Cairoli, ma anche un 64enne e un 56enne in possesso di un coltello e un seghetto a serramanico. Il report. 

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia Messina Centro, supportati dagli equipaggi del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale, hanno intensificato la vigilanza nei tradizionali luoghi dello shopping natalizio e dei mercati rionali della città, caratterizzati, in questo periodo, da un notevole afflusso di cittadini, nonché nelle zone collinari di Castanea delle Furie, predisponendo controlli con compiti di prevenzione e contrasto al compimento di reati.

Nel corso dei servizi, i militari della Stazione di Messina Arcivescovado hanno eseguito una revoca della detenzione domiciliare, con conseguente accompagnamento in carcere, nei confronti di una 41enne di Messina, con precedenti penali, ritenuta responsabile di aver asportato dagli scaffali di un grande negozio della zona dello shopping cittadino, merce per 1.200 euro. In particolare, i Carabinieri della caserma di Piazza Cairoli, su segnalazione degli impiegati del negozio, hanno pedinato la donna che, dopo diversi andirivieni lungo le vie limitrofe, è stata bloccata mentre stava per taccheggiare alcuni capi di abbigliamento dagli scaffali del retail. Gli accertamenti condotti dai militari hanno documentato che la donna aveva, poco prima, asportato ulteriore merce, occultata nei paraggi.

I Carabinieri hanno inoltre deferito, per “porto abusivo di oggetti atti ad offendere”, due persone, di 64 e 56 anni, originarie di quartieri periferici della città, le quali durante il controllo di polizia, in pieno centro, sono state trovate in possesso, senza giustificato motivo, di un coltello e un seghetto a serramanico, con lame di 40 e 20 centimetri, nonché di due dosi di marijuana.

Sul fronte dell’antidroga, nel corso dei servizi i Carabinieri hanno accertato violazioni alla normativa in materia di sostanze stupefacenti, con conseguenti sanzioni amministrative elevate nei confronti di 7 persone, trovate complessivamente in possesso di 30 grammi di droga tra crack, cocaina e marijuana. Gli stessi, perlopiù giovani tra i 16 e i 25 anni, sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori.

Nel medesimo contesto, sono stati eseguiti quattro ordini di carcerazione nei confronti di altrettanti soggetti, già gravati da precedenti penali, condannati ad espiare pene detentive in regime di arresti domiciliari e custodia carceraria per reati predatori e contro la persona. Nel corso dell’esecuzione di uno di questi provvedimenti da parte dei Carabinieri di Castanea, un uomo è stato trovato in possesso di nove compresse di “subuxone”, una sostanza psicotropa, e, per tale motivo, l’uomo è stato deferito per detenzione ai fini di spaccio.

L’intensificazione dell’attività di controllo del territorio dei Carabinieri proseguirà anche nei prossimi giorni di Festa, al fine di assicurare la vicinanza al cittadini, fornire un’incisiva attività preventiva e dissuadere i malintenzionati dal compimento di atti illeciti.

FONTE: Legione Carabinieri “Sicilia” – Comando Provinciale di Messina

(339)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.