“Soltanto due topolini al Liceo Ainis”. Le precisazioni del preside Parisi

ainisRiceviamo e Pubblichiamo:

“Ho avuto modo di leggere nell’edizione on-line del vostro Giornale, un trafiletto dal titolo “Topi al Liceo Ainis…”. Nell’articolo si riferisce di lamentele espresse da “parenti” degli alunni su tale situazione ed inoltre si riferiva il contenuto di un cartello posto da alcuni ragazzi sul quale era scritto “Liceo o Topaia” .
A tal proposito intendo precisare quanto segue:
I provvedimenti conseguenti alla presenza rilevata di due topolini in un’aula sono stati assolutamente tempestivi, con
l’intervento di una ditta specializzata che nella stessa giornata ha provveduto alla derattizzazione dell’intera scuola;
l’eliminazione dei topolini stessi non perché “stecchiti” per l’intervento di personale ATA, ma solo come conseguenza di misure specifiche concordate con la ditta stessa;
la disinfezione dell’aula stessa , anche se né nell’aula né in altri locali era stata rivelata permanenza di escrementi; l’assenza di tali accumuli specifica come “assolutamente rara e occasionale” la presenza dei topolini nella scuola ed ascrivibile al molto verde in prossimità della scuola stessa;
la programmazione per i prossimi giorni di un’ulteriore disinfestazione di tutti i locali scolastici, misura periodica di prevenzione, nell’ambito di un ciclo di interventi usuali che tendono a mantenere sotto controllo la situazione, proprio per la vicinanza di tanto verde; questi spazi peraltro, con rilevanti oneri per la scuola, vengono mantenuti curati proprio per evitare al massimo problemi di questo genere.
Per quanto sopra dichiarato il contenuto del cartello che alcuni ragazzi hanno esposto, ovviamente rimosso, non corrispondeva assolutamente al vero.
Quanto operato dalla scuola in questa circostanza è stato oggetto di un comunicato a tutta la popolazione studentesca diramato fin da venerdì scorso e a firma anche del Presidente del Consiglio di Istituto prof. A.Cananzi.
Sono certo che sul vostro giornale sarà dato dovuto risalto a queste mie precisazioni, anche per rimuovere qualsiasi motivo di allarme, che non appare assolutamente giustificato, visto anche il notevole quotidiano impegno di tutti gli operatori della scuola, docenti e non docenti, che con dedizione mantengono al meglio il clima di accoglienza nella scuola.
Il sottoscritto, nella giornata di sabato ha avuto notizia, successivamente alla stessa, della telefonata di un giornalista alla quale non ha potuto subito rispondere perché impegnato in riunione. Ha atteso fino all’orario di chiusura dell’ufficio di essere richiamato, non potendolo fare lui stesso per affermare quanto riportato sopra, poiché non gli è stato riferito alcun recapito del giornalista chiamante.”

Il Dirigente Scolastico del Liceo “Ainis”
Prof. Elio Parisi

(83)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *