Protesta dei lavoratori degli Sportelli multifunzionali. E in Prefettura si discute il futuro della Triscele

Pubblicato il alle

1' min di lettura

messina-prefetturaAncora una protesta in città. Oggi una cinquantina di lavoratori degli Sportelli Multifunzionali (fanno parte del bacino della Formazione Professionale) si sono riuniti, in un sit-in organizzato dalla Cisl Scuola, sotto la sede dell’Ufficio provinciale del Lavoro. Lamentano sei mesi di stipendi arretrati e numerose incertezze per il futuro. Nonostante lo sblocco di fondi, a seguito della deroga del Patto di stabilità, per loro niente mensilità arretrate e/o prima anticipazione del 50% della terza annualità. «Questo – sottolinea la Cisl Scuola – farebbe si che gli operatori non percepiscano complessivamente dodici mesi e non vengano pagati prima di maggio 2013. Lo riteniamo insostenibile e inaccettabile. Chiediamo al Dirigente Generale un immediato intervento. A questo – aggiunge il sindacato – si sommano le problematiche derivanti dal mancato riconoscimento, in fase di rendicontazione, di alcuni istituti contrattuali e ciò si ripercuoterebbe sempre sui lavoratori, anche per questo si chiede un intervento urgente». A proposito di vertenze, questa mattina, in Prefettura, l’incontro sul futuro della ditta Triscele. I dipendenti, a oltranza, stanno “occupando” l’ingresso dello stabilimento. Gli operai pretendono la delocalizzazione della sede dopo l’approvazione in Consiglio comunale del cambio di destinazione d’uso dei terreni di via Bonino.

@Acaffo 

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.