Portò la moglie in Francia a spese del Comune. L’ex sindaco di S.Teresa Riva deve restituire 3mila euro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

municipio s. teresa rivaNon c’è pace per Antonino Bartolotta, ex sindaco di Santa Teresa Riva. La Corte dei Conti lo ha condannato al pagamento di 3200 euro come risarcimento al suo stesso Comune per le spese sostenute durante un viaggio in Francie, avveenuto nel 2003, in cui l’allora sindaco fu accompagnato dalla moglie. La legge parla chiaro: “Gli amministratori pubblici in viaggio per motivi istituzionali possono farsi accompagnare dalle mogli solo a condizione che le relative spese non gravino sull’amministrazione. E su questa legge, una sentenza della Sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato l’ex sindaco di Santa Teresa Riva a restituire al Comune la somma spesa per la consorte del primo cittadino in occasione del viaggio per il gemellaggio con la municipalità di Fuveau. Partì, al tempo, una delegazione di 11 persone. Indagini stabilirono che 4 delegati erano le mogli del sindaco, dell’assessore al Turismo, di un consigliere comunale e del presidente dell’istituendo comitato per il gemellaggio. Assolta la segretaria comunale Santa Irrera, ritenuta estranea ai fatti.

Ma Bartolone non è nuovo alla scure della Corte dei Conti. Già nel 2010, infatti, fu condannato a restituire al Comune di Santa Teresa Riva ben 8000 euro. Motivo? Per oltre cinque anni del suo mandato, l’amministrazione del paesino ionico aveva omesso di riscuotere le rate del condono che un costruttore abusivo doveva al Comune. Il debito cadde in prescrizione e Bartolone fu chiamato a compensare di tasca sua la mancata riscossione della somma, dovuta alla omissione dei controlli.

(48)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.