Picchiava e minacciava la concorrenza. Agli arresti domiciliari un 52enne

MEO Vincenzo copiaÈ finito in manette Vincenzio Meo, 52 anni, originario di Tripi ma residente a Barcellona, già noto alle forze dell’Ordine, ritenuto responsabile dei reati di estorsione, tentata estorsione e lesioni aggravate. A dare esecuzione all’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Barcellona Anna Adamo, sono stati gli agenti del Commissariato di Milazzo.

A seguito di un’intensa attività d’indagine, i poliziotti di Milazzo, coordinati dalla Procura della Repubblica di Barcellona, hanno accertato che Meo, titolare di licenza di noleggio da rimessa con conducente, rilasciata dal Comune di Capo d’Orlando, si è reso responsabile in più occasioni – dall’estate 2009 all’agosto 2013 – di episodi di estorsione, consumata e tentata, e di lesioni aggravate in danno di altri titolari di licenza di noleggio con conducente operanti a Milazzo.

Secondo gli inquirenti, il 52enne sarebbe più volte riuscito ad assicurarsi dei clienti usando pesanti minacce e violenza fisica nei confronti della concorrenza. Meo avrebbe agito slealmente, colpendo le vittime con pugni, calci e spinte, causondo loro gravi lesioni (trauma cranico, trauma facciale con ferite lacero–contuse, trauma addominale) per riuscire ad avere la meglio.

L’uomo — secondo gli agenti — pretendeva di avere il monopolio dell’attività — tra l’altro irregolare considerata la licenza rilasciata da un comune diverso da quello in cui operava — costringendo i concorrenti a cessare l’attività di trasporto passeggeri e procurando loro gravi danni economici.

(65)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *