Operazione Zefiro: Il TdL scarcera il sindaco Pettinato e altri due indagati

francesco pettinatoIl TdL annulla la misura cautelare per tre dei 5 indagati nell’inchiesta della Dda di Messina sulla realizzazione del parco eolico dell’area Alcantara – Peloritani, tratto che interessa i Comuni di Fondachelli Fantina e Francavilla di Sicilia.
I giudici del Tribunale della Libertà hanno disposto la scarcerazione per il sindaco di Fondachelli Fantina, Francesco Pettinato, per il tecnico dello stesso comune, Giuseppe Catalano, e per l’imprenditore edile, cugino del, sindaco, Giuseppe Pettinato.
I tre erano stati arrestati lo scorso 15 febbraio nell’ambito della operazione Zefiro, che aveva indagato sulla presunta gestione mafiosa della realizzazione del parco eolico Alcantara-Peloritani, un appalto da 120 milioni di euro. Il sindaco Pettinato fu accusato di “interferenze” nella realizzazione dell’opera. Gli inquirenti dissero, infatti,di lui che bloccava e sbloccava i lavori a seconda dell’affidatario degli stessi,. In pratica – disse il sostituto procuratore Fabio D’Anna:” Pettinato, con un’ordinanza blocca i lavori della sottostazione di Fondachelli. E lo fa motivando la decisione. Poi, ottenuto l’affidamento dei lavori per il cugino, l’imprenditore Giuseppe Pettinato, dispone il riavvio dei lavori. Senza però che siano venute meno le circostanze che ne avevano determinato il fermo”. Di più, secondo l’accusa il sindaco Pettinato avrebbe anche preteso l’assunzione di persone da lui segnalate. Ad aiutarlo- dissero gli inquirenti- un funzionario dello stesso Comune,Giuseppe Catalano. I tre furono arrestati, ma oggi il Tribunale del Riesame annulla l’ordinanza pur, però, non facendo riferimento, nel dispositivo, della cessazione di esigenze cautelari, nè alla insussistenza di gravi indizi di colpevolezza. Ignoti, dunque, al momento, i motivi della decisione.

 

(44)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *