carabinieri-molto-bella

Operazione antidroga dei Carabinieri. I nomi dei 12 arrestati

Pubblicato il alle

2' min di lettura

carabinieri-molto-bellaNelle prime ore di oggi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina hanno arrestato 12 persone, indagate, a vario titolo, di associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
L’attività è stata svolta in esecuzione di un provvedimento di misura cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Messina su richiesta della Dda. L’indagine dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Messina ha permesso di individuare una organizzazione criminale attiva nell’area jonica della provincia di Messina, dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti approvvigionate nel Catanese, e un gruppo composto da altri soggetti del capoluogo peloritano che si rifornivano di droga nella Locride.
Nella operazione sono stati impegnati oltre 100 Carabinieri.

Questi i nomi degli arrestati per i quali il Gip ha disposto la custodia cautelare in carcere: Roberto La Spina, 28 anni, nato a Taormina, residente a Fiumefreddo di Sicilia, già noto alla Forze dell’Ordine; Diego Toscano, 31 anni, nato a Taormina, residente a Furci Siculo, assistente domiciliare per anziani, già noto alle Forze dell’Ordine; Marco Antonio Prestipino, 28 anni, nato a Messina, residente a Furci Siculo, calciatore dilettante, già noto alle Forze dell’Ordine; Danilo Proteggente,  26 anni, nato a Messina, residente a Furci Siculo, già noto alle Forze dell’Ordine;  Adriano Gotti, 26 anni, nato a Catania, residente a Santa Teresa di Riva, già noto alle Forze dell’Ordine; Domenico Batessa, 36 anni, nato a Messina e ivi residente, già noto alle Forze dell’Ordine; Francesco Campagna, 29 anni, nato a Messina, ivi residente, incensurato; Giovanni Cannistrà, 32 anni, nato a Fiumedinisi, ivi residente, già noto alle Forze dell’Ordine; Giovanni Schepis, 47 anni, nato a Messina, ivi residente, falegname, già noto alle Forze dellOrdine; Francesco Faranda, 34 anni, nato a Catania, residente a Fiumefreddo di Sicilia, già noto alle Forze dell’Ordine; Pietro Ruffo, 45 anni, nato a Locri (Rc), residente a Bovalino (Rc). L’unico per cui il Gip ha disposto gli arresti domiciliari è  Francesco Foti,  28 anni, nato a Messina, residente a Furci Siculo, già noto alle Forze dell’Ordine.

 

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.