Non ha niente da fare e a soli 12 anni pesta una ragazzina alla femata del bus

polizia-bellaHa solo 12 anni ed è gia una bulla. Una bulla che, dopo aver preso a schiaffi,tirato per i capelli e spintonato una ragazzina di 15 anni, l’ha sbattuta c ontro una fioriera. Il tutto mentre altre due
“complici” coetanee, sorde alle richieste di aiuto della vittima, incitavano la bulla al pestaggio. E perchè? Perchè lei, la 12enne “non aveva niente da fare”. Lo ha detto agli agenti del commissariato di Milazzo, dove si è verificata l’aggressione.
E’ accaduto in pieno giorno, alla fermata dell’autobus si trovava la quindicenne, in attesa del mezzo che l’avrebbe riportata a casa dopo la scuola. Improvvisamente le si è presentato davanti il suo incubo: la ragazzina che da qualche giorno la perseguitava con insulti, minacce e molestie telefoniche. E non era sola, altre due amichette l’accompagnavano. Ma stavolta la bulletta dalle parole è passata ai fatti. L’ha pestata e l’ha scaraventata contro una grossa fioriera. L’altra urlava, chiedeva soccorso alle altre due, che invece, pare, incitavano l’amica a colpire più forte. A salvare la vittima dalla furia di quella ragazzina, il tempestivo arrivo dell’autobus, a bordo del quale si è rifugiata. All’arrivo a casa è svenuta nelle braccia dei genitori. Soltanto dopo il ricovero in ospedale e le cure mediche è riuscita a raccontare l’aggressione subìta. La bulla, identificata e segnalata alla Procura per i Minori di Messina, per i reati di percosse, ingiurie e minacce ai danni di un’altra minorenne, si è così giustificata: “E’ stato uno scherzo. La chiamavo perché non avevo altro da fare”.

(76)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *