Non fu malasanità. Prosciolti tre medici del Papardo

papardoIl gup Salvatore Mastroieni ha disposto il non luogo a procedere per tre medici accusati di omissione di atti d’ufficio e abbandono di incapace. Si tratta di Antonino Foti, dirigente medico dell’Unità Operativa del reparto di Chirurgia generale dell’ospedale Papardo, Grazia Di Salle e Mario Pettinato, tutti e tre rispettivamente medici di guardia nel turno antimeridiano, pomeridiano ed in quello notturno, del 28 novembre 2009 alla stessa unità. Secondo l’accusa, quel giorno, non avevano sottoposto ad immediato intervento chirurgico il paziente Filippo Galli, nonostante soffrisse di una grave perforazione intestinale, e non eseguendo gli accertamenti diagnostici necessari. Il paziente fu operato al mattino dopo. Filippo Galli mor’ quasi due mesi dopo, il 14 gennaio 2010. Per i familiari il decesso era stato determinatio dal ritardato intervento chirurgico. Da qui la denuncia e l’avvio di una inchiesta che vide indagati i tre medici del Papardo comparsi oggi davanti al gup che, ritenuto che il fatto non costituisce reato, ha dispsoto il non luogo a procedere. Hanno difeso gli avvocati Francesco La Valle, Giuseppe Carrabba ed Emanuele Puglisi.

(65)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *