Niente acqua in casa, l’Amam le risponde: “Puó chiamare anche l’FBI…a me non interessa”! Lo sfogo di Claudia

rubinettoseccoL’Amam,la carenza idrica e, soprattutto,le “mancate risposte” o le “pepate risposte” dei suoi centralinisti, ancora una volta occupano le pagine della cronaca cittadina. Qualche settimana avevamo raccolto le lamentele di un utente che raccontava di telefoni che squillavano a vuoto al centralino dell’azienda meridionale acque,laddove lui telefonava per sapere quando sarebbe stato ripristinato il guasto alla condotta di Fiumefreddo, che da giorni teneva a secco i rubinetti della città.
Oggi,invece, pubblichiamo lo sfogo di una lettrice che, oltre al disservizio, lamenta il tono “sgarbato” di chi ha risposto alla sua telefonata al centralino Amam.

Vi scrivo, anche se non so se servirà, per segnalarvi un disservizio continuo dell’AMAM. Abito a Mili Marina e puntualmente, da un anno a questa parte, alle 16.00 decidono di togliere l’acqua. “Decidono”- perchè cosí mi sono sentita rispondere: – “L’hanno deciso” – da un impiegato, quando ho telefonato per sapere se ci fosse un guasto!! Mi domando chi siano questi che hanno deciso? E anche, se possono decidere, in virtú di quale criterio logico?
Comunque, da ieri alle 13 “hanno deciso” di togliere l’acqua, e stamattina mi sono sentita rispondere da un impiegato: “Puó chiamare anche l’FBI…a me non interessa! Lei paga non per un servizio, ma per l’acqua che consuma.In ogni caso se ne parla lunedí perchè noi oggi non lavoriamo”!
Perchè tanta maleducazione e soprattutto perchè questi fannulloni non vengono licenziati? Sì, devono essere TUTTI LICENZIATI!
Io lavoro tutta la settimana, pago le tasse, mi ritrovo a dovermi alzare alle 4 per poter fare una lavatrice, perché nel pomeriggio non ho l’acqua e ho il DIRITTO di avere acqua corrente tutto il giorno.
Scusate per lo sfogo, ma reputo il vostro giornale un ottimo occhio su questa nostra città che sta andando in malora per questi continui disservizi!!!
Cordialmente
Una vostra affezionata lettrice”

Claudia

Questa la lettera di Claudia, che pubblichiamo interamente. Così come attendiamo di pubblicare la replica della dirigenza Amam, in risposta a quanto sostenuto dalla nostra lettrice.

(86)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *