Nascondeva la droga in cucina e in camera da letto: arrestato 35enne

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Di questo è ritenuto responsabile S.V., 35enne taorminese, già noto alle forze dell’ordine, arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della Stazione di Taormina.

A destare i sospetti dei Carabinieri sono stati gli spostamenti dell’uomo ed alcuni movimenti sospetti nei pressi della sua abitazione. Nel pomeriggio di venerdì, dopo un servizio di osservazione, i militari dell’Arma hanno fatto irruzione in casa per effettuare una perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire e sequestrare circa 400 grammi di marijuana, custodita in più barattoli in vetro, occultati nel mobilio della camera da letto e della cucina.

Inoltre, nel corso della perquisizione, sono stati rinvenuti e sequestrati anche un bilancino elettronico di precisione e denaro contante, in banconote di vario taglio, per un valore complessivo di quasi 16.000 Euro, ritenuto provento dell’attività illecita.

La sostanza stupefacente è stata inviata al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti di laboratorio e S.V. è stato arrestato in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed al termine delle rituali formalità è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida innanzi all’Autorità Giudiziaria di Messina. Ieri mattina l’uomo è stato processato con rito direttissimo e condannato alla pena di un anno e otto mesi di reclusione, pena sospesa, e 4.000,00 € di multa e con la conseguente confisca dello stupefacente e del denaro sequestrato.

Fonte: Ufficio Stampa – Comando Provinciale Carabinieri Messina

(1106)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.