Nasconde 500 grammi di marijuana in camera da letto: arrestato 18enne per droga

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di droga il 18enne arrestato dai Carabinieri nel messinese. Il giovane è stato prima beccato con 12 grammi di marijuana, poi è scattata la perquisizione domiciliare che ha portato al rinvenimento di altri 500 grammi nascosti in camera da letto. Il report.

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato, in flagranza di reato, un 18enne del circondario per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, particolarmente intensificati durante il periodo estivo per l’incremento esponenziale del numero di avventori sul litorale jonico, i Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno fermato e controllato un giovane che si aggirava a piedi per le vie del centro di Nizza di Sicilia, il quale alla vista dei militari cambiava repentinamente direzione lanciando via un involucro. L’immediato intervento dei militari dell’Arma ha consentito di bloccare il giovane e recuperare l’involucro di carta stagnola contenente circa 12 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana.

I Carabinieri, non convinti dalle dichiarazioni rese dal fermato, ritenendo che all’interno della sua abitazione potesse essere detenuta della droga, hanno effettuato una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire circa 500 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana, abilmente occultata in camera da letto, un bilancino di precisione e la somma di 290 euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’attività criminosa. Pertanto, la droga, inviata al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per le analisi di laboratorio, è stata sequestrata unitamente al bilancino di precisione ed all’intera somma di danaro e il giovane è stato arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida all’esito della quale, l’Autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto dei Carabinieri ed ha disposto per il 18enne, in attesa del giudizio definitivo, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria quattro volte a settimana.

FONTE: Legione Carabinieri “Sicilia” – Comando Provinciale di Messina

(300)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.