Milazzo chiude il suo porto al Ponte sullo Stretto

Pubblicato il alle

1' min di lettura

porto milazzoIl territorio di Milazzo si trova in un’area ad alto rischio di inquinamento ambientale e l’eventuale impatto acustico potrebbe comportare ripercussioni in termini di vivibilità, incolumità e rispetto della salute pubblica e privata. Questa è una delle motivazioni che ha spinto il sindaco della cittadina tirrenica, Carmelo Pino, a non voler dare la possibilità di utilizzare il suo porto per il trasporto a mezzo nave dei materiali destinati alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina. In una lettera inviata al capo della struttura tecnica di missione Ministero delle Infrastrutture, Carmelo Pino ha reso noto di aver formalizzato il parere sfavorevole dell’Amministrazione Comunale in merito all’utilizzo del porto di Milazzo o di altre porzioni del territorio cittadino come alternativa ai siti di deposito del Ponte. Non si terrebbe conto, infatti, del fatto che lo scalo è posizionato nel centro storico cittadino e che, per la sua conformazione, non è transitabile dal tipo di mezzi e materiali trasportati. Sarebbero immediate, perciò, le ripercussioni anche sulla circolazione stradale in una zona già particolarmente trafficata.

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.