La via del Mare di Barcellona, danneggiata dall’alluvione del 2011, continua a sprofondare e nessuno fa niente. Raffa e Calabrò: «Una vergogna»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

torrente longanoDopo quasi un anno dall’alluvione che ha colpito Barcellona Pozzo di Gotto e dintorni, nel tratto di via del Mare adiacente al torrente Longano restano serie difficoltà. Gli 80 metri di argine crollati a causa del devastante temporale non sono stati ancora messi in sicurezza e la strada continua a sprofondare, mettendo a rischio non solo chi passa da lì, ma anche le famiglie che abitano a ridosso del Longano. Il commissario cittadino, Enzo Raffa, e il consigliere provinciale Tonino Calabrò, dichiarano: «Consideriamo una vergogna che ancor oggi nessuno abbia mosso un dito tra le istituzioni preposte, nonostante le segnalazioni dei cittadini. Ci chiediamo cosa stia facendo l’Ufficio del Genio Civile di Messina per la risoluzione di tale impellenza. I cittadini – continuano − non possono più sentirsi dire che vi è carenza di risorse, anche perché bisognerebbe spiegare loro a cosa servono le risorse in questo Paese se non vengono impegnate per le emergenze». 

(49)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.