La Polizia ferma uno degli scafisti che hanno traportato i 270 libanesi giunti in città

migranti soccorsiGli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato il tunisino Moem Grhouda di 26 anni, che le indagini individuano come uno degli scafisti che hanno trasferito su un barcone di legno i 270 migranti dalla costa della Libia sino alle acque internazionali dove sono stati soccorsi dalla nave mercantile “Robur” e trasferiti a Messina.
Secondo le indagini svolte dagli agenti della Squadra Mobile di Messina, l’imbarcazione di legno con a bordo i migranti partita dalla Libia è stata condotta da un equipaggio, di cui alcuni componenti una volta giunti in acque internazionali abbandonando il barcone, si sono allontanati salendo a bordo di un’altra imbarcazione fino a quel momento trainata. L’altro membro dell’equipaggio, che aveva pilotato il natante, si è invece confuso tra i migranti.
L’uomo, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica d.ssa M. Brunelli, è stato rinchiuso neel carcere di Gazzi.

(44)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *