La droga che dall’Albania veniva spacciata a Messina: 5 assoluzioni

tribunalemessina bellaMessinesi e slavi erano accusati di gestire un traffico di droga: furono arrestati e, in primo grado, condannati a 10 anni di reclsuone. Oggi, in Appello, tutti assolti.
Il processo d’appello dell’operazione antidroga «Profumo d’oriente», che portò alla luce un vasto traffico di marijuana, proveniente dall’Albania e smerciato a Messina con complicità locali, oggi ha visto ribaltata la sentenza di primo grado. Assolti, perché il fatto non sussiste, Francesco De Carolis, Ignazio De Carolis, ArifaDzemajli, Eddo Dzemajli e Domenico Batessa.
A dicembre 2009 erano stati condannati a dieci anni. L’operazione “profumo d’Oriente,”scattata nel dicembre 1999, portò all’arresto di dodici persone, accusate di gestire un vasto traffico di marijuana sull’asse Albania-Messina. Secondo l’accusa, ne facevano parte slavi del campo nomadi e un gruppo di messinesi. I primi la “importavano”, i secondi la smerciavano in città.

(219)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *