tribunalemessina bella

L’Atm ammessa come Parte civile nel processo per assenteismo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

tribunalemessina bellaL’azienda trasporti è Parte civile nel processo per presunto assenteismo a carico di cinque dipendenti. L’Atm ha ottenuto dal tribunale l’accoglimento della richiesta nel procedimento a carico dei dipendenti Salvatore Mangano, Nunzio Romeo, Giovanni Cangemi, Graziana Romeo e Tiziana Biondo. Il 13 marzo scorso il tribunale in composizione monocratica ha detto sì alla richiesta dell’avvocato Vittorio Di Pietro, componente del collegio di Difesa dell’Atm. L’istruttoria in dibattimento avrà inizio il 22 maggio. Pugno duro del commissario dell’ente di via La Farina, Domenico Manna, che non concede sconti a nessuno sui procedimenti penali che riguardano la municipalizzata. Secondo l’accusa, agli imputati viene contestato il reato previsto dall’articolo 640, i quattro si sarebbero procurati, “Mediante artifizi e raggiri un ingiusto profitto con conseguente danno per l’Atm presso la quale svolgono funzioni di operai addetti al lavaggio e alla pulizia delle vetture del tram e in particolare – come si legge negli atti – per non essersi presentati sul posto di lavoro o comunque per essersi dallo stesso indebitamente allontanati il 12 agosto 2010 durante l’orario di servizio (ore 21/3) traendo in inganno il datore di lavoro sull’effettivo continuo svolgimento dell’attività lavorativa tramite l’esibizione del “foglio firma” in cui si attestava la loro regolare presenza in servizio conseguendo così una ingiusta retribuzione anche per il periodo di tempo in cui erano assenti dal posto di lavoro”. I quattro si difenderanno dalle accuse nel procedimento. L’Atm rivendica il risarcimento danni. Il commissario Manna aveva autorizzato il direttore generale facente funzioni, Salvatore Cuscinà, rappresentante legale dell’Atm, a costituirsi Parte civile; richiesta che attraverso l’avvocato Di Pietro è stata accolta dal tribunale.

L’11 aprile prossimo, invece, ma qui l’Atm non è stata ammessa Parte civile, si terrà l’udienza davanti al giudice Pagana nel procedimento a carico di Guglielmo La Cava, Paolo Altadonna, Giovanni Di Pasquale, Bartolo Enea, Claudio Conte e Salvatore Orlando, ex e attuali dipendenti dell’Atm.  Il procedimento penale principale è al vaglio del giudice Curatola. Dall’insediamento nel luglio scorso l’attuale commissario è deciso a ricorrere in tutti i processi penali che presumono danni all’azienda con la richiesta di costituzione di Parte civile. @Acaffo

(53)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.