“Innamorato” di una ragazza che lo rifiuta, la perseguita per 7 anni. Condanna per due

tribunale-messina 1Tentata violenza sessuale, stalking, incendio e danneggiamento, Questi i reati per i quali i giudici della prima sezione del Tribunale hanno condannato a 5 anni di carcere Claudio Centorrino, 48 anni. Due anni sono stati inflitti, per concorso nel reato di incendio, a Giovanni Previti, 27 anni.
Centorrino da 7 anni perseguitava una ragazza, cassiera in un panificio, che rifiutava le sue avance. La vittima aveva 22 anni, Centorrino 38, quando l’uomo cominciò a interessarsi a lei. Secondo quanto sostenuto dall’accusa, in più occasioni, l’uomo avrebbe tentato di baciarla, palpeggiarla e, alle sue resistenze, l’avrebbe anche aggredita. Per due volte, Centorrino avrebbe anche tentato, senza riuscirci- di violentarla.
In un caso, addirittura all’interno del panificio dove lavorava la vittima, in presenza di numerosi testimoni, tra cui il padre della ragazza che lavorava come panettiere.
L’uomo, inoltre, per piegarla, danneggiò lo scooter della ragazza e, nel marzo 2010, diede fuoco all’auto di suo padre. In questo fu aiutato da Previti.
Vessazioni cui pose fine l’arresto di Claudio Centorrino, nel 2011.
Oggi, per lui e il suo complice sono arrivate le condanne.
Hanno difeso gli avvocati, Nino Cacìa, Alessandro Trovato, Anna Scarcella e Salvatore Silvestro. Isabella Barone ha rappresentato la parte civile.

(100)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *