Ilaria. Serrato interrogatorio all’uomo che era con lei quella notte

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Continuano le indagini sulla morte di Ilaria Boemi, la sedicenne deceduta sul lungomare del Ringo sotto gli effetti devastanti di un mix di alcol e metanfetamina.

Ieri è stato sottoposto a un lungo interrogatorio da parte del sostituto procuratore, Stefania La Rosa, l’uomo, 39enne, che quella notte ha dato a  Ilaria un passaggio dal centro al lungomare del Ringo.

L’avvocato dell’indagato ha dichiarato che il suo assistito ha ricostruito con chiarezza ciò che è avvenuto la notte tra il 9 e il 10 agosto, precisando che il suo assistito non fa uso di sostanze stupefacenti e di aver frequentato la ragazza sempre in compagnia di altri. Dall’interrogatorio sarebbe emerso che l’uomo avrebbe chiamato immediatamente il 118 dal cellulare di un passante perché avrebbe dimenticato il proprio nell’auto e, inoltre, particolare nuovo, che il mix letale Ilaria l’avrebbe bevuto, non a Piazza Duomo, ma a Piazza del popolo. L’indagato, infine, avrebbe sottolineato di non essersi mai allontanato da Ilaria in quella terribile notte.

(537)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.