Inquinamento a Pace del Mela. “Io, madre di quattro figli, su un traliccio contra la Terna”.Lo sfogo di Angela Bianchetti

Pubblicato il alle

2' min di lettura


tn traliccio

Angela Bianchetti, la ‘pasionaria’ di Pace del Mela che da anni si batte per lo spostamento o l’interramento dell’elettrodotto che negli ultimi anni, secondo i cittadini, avrebbe procurato la morte di diverse persone, oggi è salita per protesta su un traliccio dismesso. E’ spaventata, come gli altri residenti, per la realizzazione di un nuovo elettrodotto, il ‘Sorgente Rizziconi’, i cui lavori sono gia’ iniziati. Per Angela, sconvolgerebbe ancora di piu’ il territorio, creando altro inquinamento elettromagnetico e altre morti. Dalla cima del traliccio dove si trova, Angela, commossa, piange, e nota i fili degli altri tralicci che compongono la ragnatela del vecchio elettrodotto. Ripensa ai tanti anni di battaglie che non hanno fermato Terna, che ora vuole costruire ancora nel suo territorio. “E’ un’indecenza – spiega Angela Musumeci Bianchetti – che io, una casalinga e madre di 4 figli, sia costretta a salire su un traliccio per protestare contro questa prepotenza di Terna, mentre il sindaco, l’assessore all’ambiente, i consiglieri comunali di Pace del Mela e degli altri comuni interessati alla realizzazione della struttura, non fanno niente per fermare questi lavori che provocheranno altro inquinamento elettromagnetico e metteranno di nuovo in pericolo la vita delle persone. Siamo stati presi in giro- prosegue Angela – e insieme agli altri del coordinamento ambientale della Valle del Mela non andremo via finchè Terna non sentirà anche le nostre richieste. Siamo stanchi di vedere amici, parenti e vicini di casa morire. Ieri ci siamo legati a questo traliccio, oggi mi sono arrampicata in cima, ma organizzeremo altre proteste clamorose perché vogliamo che siano rispettati i nostri diritti alla salute. Avevo paura a salire sul traliccio ma la mia battaglia è piu’ importante di qualsiasi timore.

 

 

Gianluca Rossellini

 

(98)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.