Il giro di usura ed estorsioni nella zona sud: emesse 13 condanne

Pubblicato il alle

1' min di lettura

tribunale-MeI giudici della seconda sezione penale hanno inflitto 13 condanne nell’ambito del processo scaturito dalla operazione Pastura, estorsioni e usura ai danni di commercianti della zona sud. Scattata nel 2008, smantellò un’organizzazione che costringeva le vittime a pagare il pizzo. A capo del gruppo di estortori c’era Rosario Tamburella, boss della zona che, appena uscito dal carcere, prese in mano le redini della giro delle estorsioni, senza tralasciare il filone dell’usura. Questa sera, proprio per Tamburella, è arrivata la condanna più pesante: 30 anni. Queste le altre condanne: per Francesco Tamburella, 22 anni e 9 mesi; per Vincenzo Grazioso, 13 anni e 10 mesi; per Salvatore Strano, 11 anni; per Giuseppe Lo Presti, 6 anni; per Luciano Brigante, 10 anni; Alessandro Virzì, 10 anni ed 8 mesi. Per Giovanni Fusco, Arturo Marabello e Letterio Morabito, stessa condanna: 3 anni; peer Caterina Rapità, 2 anni ed 8 mesi; Gregorio Russo e Antonino Pandolfino, 6 anni. Disposte le prescrizioni per Letterio Tirante, Salvatore Tirante, Vincenzo Serio, Santino Briguglio e Giuseppe Cambria. Il pm Fabio D’Anna, lo scorso ottobre, aveva chiesto oltre ottanta anni di carcere.

(226)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.