Estorsioni nella zona sud: il Gup dispone due rinvii a giudizio per una coppia di coniugi

Pubblicato il alle

1' min di lettura

tribunale-MeIl Gup Antonino Genovese ha rinviato a giudizio Franca Centorrino e Giovanni Marchese, marito e moglie. Indagati nell’ambito della operazione Riscatto, che portò alla luce un sistema accreditato di estorsioni ai danni di commercianti della zona sud. Franca Centorrino e Giovanni Marchese, secondo l’accusa, prelevavano il pizzo. Piccole quote mensili, tranne che per il titolare di un’officina che, resistente alle minacce, dovette cedere quando un esponente di spicco del racket, Salvatore Centorrino, successivamente divenuto collaboratore di Giustizia, puntandogli una pistola in faccia lo costrinse a sborsare sei milioni di lire in una sola tranche. Franca Centorrino e Giovanni Marchese dovranno comparire davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale il 16 gennaio 2013

(64)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.