Espulso nel 2019, torna in Italia: arrestato 26enne

La Polizia di Stato ha arrestato un 26enne per reigresso illegale nel territorio dello Stato italiano. Il giovane era infatti stato espulso a luglio 2019 con un decreto di respingimento mediante accompagnamento alla frontiera. Adesso si trova agli arresti domiciliari presso la Caserma Gasparro di Messina.

Nella tarda serata di ieri, a seguito di attività di P.G. connesse all’arrivo in questo centro di un gruppo di 68 migranti di nazionalità tunisina, provenienti da Porto Empedocle (AG), personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto Youssef Ben One, 26 anni, per reingresso illegale nel territorio dello Stato.

Dagli accertamenti effettuati con il sistema AFIS è emerso che al cittadino tunisino era stato notificato nel luglio 2019 un decreto di respingimento mediante accompagnamento alla frontiera, eseguito in data 18 luglio 2019.

Il ventiseienne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto agli arresti domiciliari presso il C.A.S. sito all’interno dell’ex Caserma Gasparro, in attesa del rito direttissimo.

FONTE: Questura di Messina

(80)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *