Edicolante aggredito. Confessa il rapinatore: “Ero ubriaco”

edicola 2Orazio Gemelli, disoccupato, incensurato, stava rientrando a casa dopo una notte trascorsa in discoteca. Erano le 5 di domenica 17 agosto. A quella stessa ora qualcun altro era in piedi, non perchè reduce da bagordi, ma per lavoro. Nonostante gli 81 anni suonati, come ogni mattina, qualunque sia la stagione, l’uomo ha aperto la sua edicola, a Piazza Cairoli. Ma alle prime ore di questa domenica c’è una nota strana, preoccupante: un ragazzo che che a colpi di pietra sta danneggiando l’antico chiosco delle limonate. E’Orazio Gemelli, che ha ancora addosso tutto l’alcol bevuto in una notte.
Il giovane vede l’anziano, gli si avvicina minaccioso, vuole soldi, tutti quelli che ha. Ma l’edicolante non vuole cedere e l’altro lo colpisce con ferocia al volto, sino a ridurlo una maschera di sangue. Poi la fuga. ma le telecamere di sorveglianza della zona lo incastrano. La Squadra Mobile, cui sono bastati pochi giorni per identificare l’aggressore, ha raccolto ieri la confessione del ragazzo: ” Ero ubriaco- ha detto- non capivo quel che facevo.
Intanto la vittima di un delirio da alcol è ancora ricoverata in ospedale. Per l’81enne, trauma cranico, 50 punti al volto e naso rotto.

(60)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *